CHIUDI
CHIUDI

20.10.2019

Pfas, il Comune sta valutando di costituirsi parte civile

Un’interrogazione urgente sui Pfas. I consiglieri di minoranza della “Lista civica per Creazzo” hanno chiesto all’Amministrazione di Carmela Maresca se hanno intenzione di costituirsi parte civile contro la fabbrica Miteni. «Sebbene Creazzo pur beneficiando dell’acqua potabile proveniente da Vicenza - ha detto il consigliere Monica Pellattiero nell’ultima seduta - è uno dei Comuni che presenta le acque superficiali e sotterranee più inquinate da Pfas della regione ci chiediamo se l’Amministrazione intenda costituirsi nel procedimento penale a carico di diversi imputati per i reati di avvelenamento di acque destinate all’alimentazione e di disastro ambientale come ha fatto il Comune di San Bonifacio pure lui classificato nella zona “arancione” come Creazzo». L’assessore all’ecologia, Chiara Celegato, ha risposto che il Comune sta valutando la possibilità: «Sappiamo che la procura di Vicenza instaurerà un processo penale nei confronti dei responsabili legali della Miteni e che si costituiranno parte civile quei Comuni che fanno parte della zona “rossa”». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1