CHIUDI
CHIUDI

14.10.2019

Blitz in casa dell’operaio C’è mezzo chilo di droga

I carabinieri sono intervenuti con l’unità cinofila dei vigili di CaldognoGianluca Loisi
I carabinieri sono intervenuti con l’unità cinofila dei vigili di CaldognoGianluca Loisi

Aveva marijuana e hashish nascosti anche nelle federe dei cuscini e dietro allo stereo, pronti ad essere smerciati. Spacciava in tutta la provincia vicentina, secondo i carabinieri, e in casa aveva praticamente un market della droga Gianluca Loisi, 28 anni, residente a Creazzo e già noto alle cronache, arrestato l’altra mattina dai carabinieri della tenenza di Montecchio Maggiore che hanno ritrovato nel suo appartamento, vicino al centro del paese, oltre mezzo chilogrammo di sostanze stupefacenti. Il creatino, che lavorava come operaio, era tenuto d'occhio da alcune settimane dagli uomini del tenente Leonardo Mirto poiché frequentava diversi Comuni dell’Ovest, e avevano il sospetto, poi confermato dai riscontri investigativi, che si dedicasse al traffico di droga sia spostandosi nei paesi vicino a Creazzo sia ricevendo i clienti in casa. In pratica, secondo i carabinieri, riforniva di marjiuana e hashish soprattutto i giovani e quindi si occupava di uno spaccio decisamente più sostanzioso del semplice traffico illegale di poche dosi. Dopo aver effettuato alcuni servizi di osservazione i carabinieri hanno deciso di procedere con una perquisizione nell’appartamento del giovane insieme con l’unità cinofila, specializzata nel rintracciare droghe, della polizia locale dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara. Si sono quindi presentati nell’alloggio del ventottenne sabato mattina mentre Loisi ancora dormiva. Una volta all'interno dell'appartamento i militari dell’Arma hanno scoperto che l’operaio aveva nascosto in varie parti della casa, in maniera abbastanza ingegnosa, la droga. Aveva infatti suddiviso gli stupefacenti in diversi involucri, pronti quindi ad essere venduti. Poi aveva occultato le dosi nelle federe dei cuscini del suo letto, dietro allo stereo che si trovava nella sua stanza e addirittura anche nel giubbotto dove, in una tasca, è stato ritrovato anche un bilancino. In particolare sono stati sequestrati oltre 334 grammi di hashish e 184 grammi di marjiuana. I carabinieri hanno anche trovato 55 euro in contanti. Nell’appartamento Loisi, oltre alla piccola bilancia di precisione per pesare le diverse dosi di droga aveva anche altro materiale per preparare, e vendere velocemente, gli stupefacenti. Dal momento che alcune dosi e il bilancino sono stati ritrovati nel giubbotto i carabinieri ritengono che l’uomo, nella mattinata, sarebbe uscito per rifornire i clienti. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e sono quindi scattate le manette ai polsi del creatino arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. È stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza prevista stamattina. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella Fadda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1