CHIUDI
CHIUDI

08.08.2019

Lavori e attrezzature in arrivo per le scuole

La scuola primaria De Amicis a Motta di Costabissara.   ARCHIVIO
La scuola primaria De Amicis a Motta di Costabissara. ARCHIVIO

In vista dell’avvio del prossimo anno scolastico, il Comune di Costabissara ha deciso di investire 76 mila euro per di una serie di interventi migliorativi nei vari edifici scolastici del territorio. Sia la scuola dell'infanzia, che la primaria e secondaria di primo grado saranno quindi oggetto di un vero e proprio restyling che punterà soprattutto al miglioramento della qualità della vita per i piccolini e un potenziamento dell’informatica per i più grandi. Nella scuola dell’infanzia, proprio in questi giorni, sono partiti una serie di interventi per il miglioramento del microclima delle aule. Un lavoro che prevede la sostituzione del bruciatore della caldaia e il rifacimento della canna fumaria, la sostituzione dei vetri preesistenti con vetri di sicurezza, l’adeguamento delle uscite di sicurezza e il miglioramento della vivibilità delle zone destinate al riposo dei bimbi con l’acquisto di tende oscuranti e di pellicole antisolari. Nella scuola primaria di Motta, invece, è stato fatto un investimento per il potenziamento dei mezzi informatici, come l'aula informatica, la rete wi-fi e una lavagna LIM. Anche nella scuola secondaria di primo grado, già dotata di un laboratorio informatico di eccellenza in grado di rilasciare la patente europea per l’uso del computer (ECDL), ci sarà il potenziamento della rete wi-fi Verranno acquistati materiale d’arredo per tutti gli edifici scolastici. Infine è stata acquistata e una nuova lavagna LIM per la scuola primaria di Costabissara. Molto soddisfatto il sindaco Maria Cristina Franco. «Ancora un’attenzione concreta per le nostre scuole - sono le sue parole -, che ci vede investire una cifra davvero considerevole per tutti i plessi indistintamente a partire dai più piccoli, nella piena convinzione dell’importanza della qualità degli ambienti e delle strutture e del percorso educativo-formativo dei miei cittadini più giovani – conclude il primo cittadino-. Tutte le scelte vanno ad accogliere richieste venute dal mondo della scuola, con il quale c’è un costante e continuo dialogo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Magnarello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1