CHIUDI
CHIUDI

08.11.2019

I nuovi lampioni tagliano i costi

Viale Pasubio.   MA.CA.
Viale Pasubio. MA.CA.

Efficienza energetica e sicurezza stradale in primo piano, a Caldogno. Si sono conclusi i lavori del Comune per la nuova illuminazione del quartiere Barco, così come quelli della sistemazione di diverse strade e marciapiedi che dopo una serie di indagini sono apparsi ammalorati. Gli interventi hanno comportato una spesa complessiva di circa 440 mila euro. Si è deciso di puntare sul risparmio energetico, eliminando nel quartiere Barco le lampade più vecchie, che portavano a maggiori consumi. Tutta l’illuminazione pubblica della zona, tra cui via Pagello, è stata migliorata con nuovi punti luce a led, garantendo prestazioni più efficienti e una riduzione degli sprechi. Una scelta nel segno dell’attualità, vista la consapevolezza con la quale oggi vengono affrontati i temi ambientali a livello globale, ma orientata anche alla sicurezza dei residenti: l’aumento dell’illuminazione servirà infatti anche a scoraggiare eventuali incursioni da parte di ladri e malintenzionati, che trovano nel buio un alleato per le loro azioni criminali. L’investimento complessivo è stato pari a 340 mila euro. Contemporaneamente, il Comune ha deciso di puntare sulla sicurezza, con lavori per la riqualificazione di strade e marciapiedi. I tecnici hanno prima eseguito una ricognizione lungo le vie del paese, per capire quali carreggiate e marciapiedi fossero più bisognosi di un restyling; sulla base dei rilievi sono stati poi definiti gli interventi. I lavori hanno riguardato diverse strade, anche nelle frazioni, quali viale Pasubio, la strada pedonale Roggetta, via Pedrollo, via Matteotti a Rettorgole, via Summano a Cresole, via Aeroporti e una parte di strada in località Lobbia. Il progetto ha portato anche all’eliminazione delle barriere architettoniche e ha puntato a garantire un maggior grado di sicurezza, nell'ottica della prevenzione di incidenti e di danni ai veicoli derivanti dal fondo dissestato. Anche gli interventi sui marciapiedi sono stati decisi nel segno dell’attenzione ai pedoni, per evitare cadute o problemi soprattutto per le persone anziane e per i cittadini con problemi di mobilità. Il costo è stato di 100 mila euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

MA.CA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1