CHIUDI
CHIUDI

26.06.2019

Aree verdi da sistemare, scatta il piano

Ci sono anche le staccionate da sistemare fra i lavori messi in programma dall’amministrazione.FRISONAncora un’immagine che testimonia i danneggiamenti. FRISON
Ci sono anche le staccionate da sistemare fra i lavori messi in programma dall’amministrazione.FRISONAncora un’immagine che testimonia i danneggiamenti. FRISON

Nuove giostrine, la rimozione di quelle danneggiate e due “guardia parchi” che si occuperanno dello svuotamento dei cestini. Con la prossima variazione di bilancio e con una serie di progetti rivolti alla promozione dell’invecchiamento attivo e al sostegno del reddito di persone in difficoltà, nelle prossime settimane l’amministrazione comunale di Bolzano Vicentino prenderà in mano le aree verdi, in primis il “Parco Giardino”. Qui, nei prossimi giorni, verranno rimossi gli attrezzi del percorso vita danneggiati e pericolosi e installata una nuova staccionata lungo la roggia che circonda parte del parco, dato che quella attuale è semi distrutta ormai da anni. Tutti interventi richiesti a gran voce dai residenti, non solo da quanti abitano nell’omonimo quartiere circondato dall’area verde, ma anche di chi frequenta quotidianamente il parco (specialmente famiglie con bambini), per estensione il più grande presente nel territorio comunale. «Con la prossima variazione di bilancio che approveremo in giunta, del valore di circa 30 mila euro, interverremo anche sulle altre aree verdi del Comune, ovvero quelle di via Diaz, via 4 Novembre, e via 25 Aprile a Bolzano, quella di Lisiera e quella di Ospedaletto – spiega l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Calgaro -. Effettueremo degli interventi di manutenzione e installeremo delle nuove giostrine. Un’ulteriore somma di circa 6mila euro servirà ad installare la nuova staccionata del parco Giardino e a rimuovere gli attrezzi del percorso vita danneggiati e non utilizzati». Nota dolente, resta lo sfalcio dell’erba. «In questo periodo – ammette Calgaro – andrebbe tagliata una volta alla settimana, ma possiamo permetterci solamente sei sfalci all’anno. Con il noleggio di un mezzo, fatto di recente, riusciamo a metterne in campo altri due». Un ulteriore progetto riguarda i “guardia parchi”, come li definisce lo stesso assessore, ovvero «due pensionati che rientrano in un progetto di sostegno al reddito e che dedicheranno sei ore a settimana per la pulizia del parco e lo svuotamento dei cestini, sia a Bolzano che a Lisiera. Si tratta di un piccolo aiuto ma importante, che permetterà al nostro operatore di svolgere altre mansioni». L’altro obiettivo dell’amministrazione è «rendere i parchi più vivi, valorizzando l’invecchiamento attivo e coinvolgendo i giovani – spiega Calgaro -. Lo faremo aderendo assieme al Comune di Dueville al progetto “Green Ageing”, gestito dalla cooperativa Margherita». Il progetto durerà un anno e coinvolgerà i principali parchi di Bolzano, ovvero il parco degli Alpini e il parco Giardino. Tra le iniziative proposte ci sarà quella di realizzare un vero e proprio “arredo” dei parchi, oltre a piccole opere di manutenzione e di giardinaggio. Il tutto mettendo a contatto gli anziani con le generazioni più giovani, anche attraverso la formazione sull’utilizzo dei social media. «Stiamo promuovendo l’iniziativa tra le principali associazioni del paese – afferma Calgaro -. Con questa e tutto il resto vogliamo riuscire a fare un salto di qualità nella manutenzione dei parchi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Frison
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1