CHIUDI
CHIUDI

01.12.2019

Arrestati con sei chili di droga

I carabinieri con lo stupefacente, i telefoni e il denaro sequestrati ai due cittadini cinesi arrestatiL’episodio è avvenuto in via Retrone ad Altavilla.   ARCHIVIO
I carabinieri con lo stupefacente, i telefoni e il denaro sequestrati ai due cittadini cinesi arrestatiL’episodio è avvenuto in via Retrone ad Altavilla. ARCHIVIO

Due cittadini cinesi sono finiti in carcere dopo essere stati sorpresi dai carabinieri con un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti. L’operazione dei militari dell’Arma è avvenuta l’altro pomeriggio nella zona di Altavilla, nell’ambito di una più vasta azione indirizzata alla repressione del traffico di stupefacenti e all’individuazione dei protagonisti. Tutto è accaduto nel pomeriggio in via Retrone quando una pattuglia dei carabinieri della stazione di Altavilla ha fermato per un controllo un’automobile a bordo della quale si trovavano due cittadini di origina orientale L’auto era di proprietà di Dajin Chen, 36 anni, residente ad Altavilla, che accanto aveva il connazionale Kit Ip Shu, 25 anni, irregolare in Italia e senza fissa dimora. A controllo dei documenti al quale i due sono stati sottoposti è emerso che Kit Ip Shu era in possesso di un passaporto presumibilmente contraffatto. Ad attirare soprattutto l’attenzione dei militari, però, è stato un grosso scatolone che si trovava nel bagagliaio della vettura. Una volta aperto, ha fatto vedere il suo contenuto: all’interno del contenitore vi erano infatti sei buste in cellophane accuratamente confezionate contenenti ciascuna circa un chilo di sostanza identificata come marijuana. Complessivamente il peso della droga che è stata sequestrata è di sei chili 354 grammi. Oltre a ciò i carabinieri hanno sequestrato anche due telefoni cellulari e diverse centinaia di euro che i due stranieri avevano con sè. I due arrestati sono stati a quel punto accompagnati alla stazione dell’Arma di Altavilla e al termine delle formalità di rito sono stati portati al carcere di San Pio X a Vicenza a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto davanti al gip. Considerando l’importante quantitativo di droga di cui i due cinesi sono stati trovati in possesso, i carabinieri hanno subito avviato indagini per capire da dove arrivasse e a chi fosse destinata la droga, anche alla luce del fatto che non è abituale che cittadini provenienti dall’estremo oriente si dedichino a questo tipo di traffici illegali. Maggiori particolari potranno emergere una volta che i due saranno sentiti dal magistrato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Rolli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1