CHIUDI
CHIUDI

07.01.2020

Approvato il bilancio Invariate le tariffe

Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio del 2020.   ARCHIVIO
Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio del 2020. ARCHIVIO

Imu, Tari e Tasi rimangono invariate. Il 2020 non porterà innalzamenti nel carico fiscale dei cittadini per l’imposta municipale unica, per la tariffa sui servizi indivisibili e la tassa rifiuti. Lo ha deciso il Consiglio comunale che ha recentemente approvato il bilancio di previsione con il voto contrario dei consiglieri di opposizione. Il documento chiude a 13 milioni e 650 mila euro, con entrate tributarie per oltre 5 milioni e 300 mila euro. «Abbiamo le risorse senza aumentare il prelievo nei confronti dei cittadini – ha spiegato il sindaco Carlo Dalla Pozza – tenendo conto che le risorse dello Stato verso il Comune sono sempre limitate». Per quanto riguarda le uscite il primo cittadino ha osservato che, per l’anno in corso, le spese ammontano a 6 milioni e 536 mila euro. «Per il 2020 la spesa corrente è vincolata al 90% - ha aggiunto – per situazioni già delineate e contratti già svolti. Rimarrà comunque inalterato il contributo per il piano dell'offerta formativa verso il comprensivo scolastico e anche i contributi per i bambini che frequentano le scuole materne paritarie, che rimane a 600 euro a bambino. Nel caso ci fossero ulteriori necessità ovviamente troveremo le risorse e le aggiungeremo in corso d’anno nelle eventuali variazioni al bilancio». Oltre 2 milioni saranno, inoltre, destinati al funzionamento della macchina comunale, oltre 200 mila euro per l’ordine pubblico e la sicurezza e 1 milione per le scuole; 300 mila andranno al capitolo sport e per le politiche giovanili, 50 mila per lo sviluppo economico, 1 milione e 200 mila per il sociale e 400 mila per l’ambiente in generale e la sua tutela. «Questo è il primo bilancio di previsione della nuova Amministrazione – ha osservato il consigliere di maggioranza, Francesco Albera – che sarà e dovrà essere modulato ai principi espressi da questa maggioranza nel proprio programma di mandato. Altavilla per decenni ha vissuto degli effetti favorevoli dello sviluppo territoriale ed economico e oggi la politica ha l’arduo compito di avere lungimiranza di scelte e di prospettiva». «Siamo contrari al bilancio – ha dichiarato Alessandro Ugone della lista “Vivi Altavilla-Indipendente” –: non ci ritroviamo in ciò che è stato proposto». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1