L'emergenza

Via alle limitazioni al consumo di acqua. Ordinanza ad Asiago

La grave situazione di carenza idrica determinata dalla perdurante riduzione dei fenomeni piovosi e delle precipitazioni atmosferiche, si fa sentire anche in Altopiano e ciò ha indotto il sindaco di Asiago a firmare un'ordinanza in merito a "Risparmio idrico e limitazioni utilizzo dell'acqua potabile dell'acquedotto per usi diversi dal consumo umano ed igienico-sanitario".
I cittadini sono chiamati a rispettare le misure urgenti disposte dall'ordinanza del sindaco in vigore già da ieri e tali resteranno fino al 31 agosto. «Un corretto uso delle risorse naturali rappresenta un obbligo anche morale nei confronti delle generazioni future. L'acqua è una risorsa essenziale per la vita - afferma il sindaco della Città di Asiago, Roberto Rigoni Stern - e deve essere salvaguardata da possibili sprechi, in particolare durante la stagione secca quando aumenta la criticità rispetto all'utilizzo delle risorse idriche». Nel dettaglio, nell'ordinanza si stabilisce di non utilizzare l'acqua per il lavaggio di cortili e piazzali, lavaggio privato di veicoli a motore (con esclusione degli autolavaggi); per alimentare fontane ornamentali, zampilli, piscine, e così via, qualora non dotati di dispositivi per il riciclo artificiale dell'acqua, per l'irrigazione/innaffiamento di giardini e prati, fatto salvo non venga dimostrato agli organi di vigilanza che si utilizzi l'acqua da fonti indipendenti, quali ad esempio il recupero dell'acqua piovana.
Nelle aree coltivate ad orto, inoltre, il divieto di prelievo dalla rete idrica è fissato a partire dalle 10 e fino alle 19.Il riempimento delle piscine, sia pubbliche che private, nonché il rinnovo anche parziale dell'acqua, è consentito esclusivamente previo accordo scritto con il gestore della rete di acquedotto. È consentito l'uso dell'acqua esclusivamente per normali usi domestici, zootecnici e industriali e comunque per tutte quelle attività regolarmente autorizzate per le quali necessiti l'uso di acqua potabile. L'Amministrazione di Asiago chiede infine ai cittadini di ridurre i consumi domestici di acqua ed evitare inutili sprechi. 

 

Leggi anche
Manca l'acqua, le mucche lasciano gli alpeggi con due mesi d'anticipo