CHIUDI
CHIUDI

03.05.2019

Volo libero
la sicurezza
non decolla

Parapendii in fase di atterraggio a Borso. ARCHIVIO
Parapendii in fase di atterraggio a Borso. ARCHIVIO

SUL GRAPPA. Volo libero nei cieli della Pedemontana del Grappa: affluenze in ripresa dopo il brutto tempo, ma c’è ancora tanta strada da fare per garantire la sicurezza anche nelle fasi di soccorso. «È fondamentale - specificano al Suem - istituire un canale radio dedicato solo ai piloti». «Servono maggiori investimenti - rimarcano al Consorzio turistico “Vivere il Grappa” -, la maggior parte del territorio montano non ha copertura telefonica, anche questo rallenta i soccorsi e le richieste di aiuto». L’ultimo incidente mortale risale solo al primo maggio, quando un pilota esperto, forse per un malore improvviso, ha perso la vita precipitando per oltre 50 metri. Dall’inizio dell’anno, nonostante la stagione sia partita un po’ in salita a causa del frequente maltempo, gli interventi di soccorso a vele cadute, eseguiti dai sanitari del 118 di Crespano, sono stati 17. Lo scorso anno, in totale, hanno di poco superato la cinquantina, in lieve ma confortante calo rispetto ai 61 interventi del 2017. 
 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1