CHIUDI
CHIUDI

21.03.2019

«Il Palio delle Zattere resterà di Valstagna»

Il referente Giacomo Lazzarotto
Il referente Giacomo Lazzarotto

La macchina organizzativa del Palio delle Zattere di Valstagna, evento iscritto nel registro regionale delle manifestazioni storiche di interesse locale, è già in piena corsa per organizzare al meglio la spettacolare rievocazione. La data scelta per la sfida è il 21 luglio, mentre l’anteprima per decretare ordine di partenza e posizionamento delle bandiere in acqua sarà sabato 13 luglio. «L’obiettivo del comitato organizzatore, coadiuvato dalla Pro loco di Valstagna del neopresidente Mauro Argentin - spiega Giacomo Lazzarotto, referente degli organizzatori - è far conoscere il territorio della valle e mantenere vive le tradizioni attraverso questa spettacolare competizione. Infatti, oltre all’ aspetto competitivo della gara, c’è un forte legame con tutto quello che offre la natura in Valle, come la Cala del Sasso, utilizzata anticamente per trasportare il legname dall’Altopiano a Venezia proprio con le zattere. L’aspetto storico è molto importante e stiamo cercando di tramandarlo ai giovani attraverso alcuni progetti in collaborazione con l’Istituto comprensivo “U. Bombieri”, come, durante la “Settimana dello sport”, la prova del “taglio del tronco” da parte dei ragazzi. Vogliamo aumentare il senso di appartenenza delle nuove generazioni, mettendo in primo piano la figura dello zattiere: i nostri antenati erano valorosi lavoratori, orgogliosi di essere valligiani». «Vorremmo - prosegue Lazzarotto, con uno sguardo anche al futuro amministrativo della Valle - che questo sentimento tornasse forte, soprattutto ora che le cose per il nostro territorio stanno cambiando. Valstagna è confluita nel comune unico Valbrenta, e siamo curiosi di capire quale sarà il futuro di questa grossa novità, in attesa di vedere quali saranno liste e programmi elettorali. Speriamo ci siano possibilità di crescita e di sviluppo per la Valle, spesso sottovalutata; politiche vicine ai giovani; e un piano di sviluppo turistico dell’intero comune. Siamo disponibili a usare il brand “Palio delle Zattere” per promuovere la Valle ma ci teniamo a sottolineare che il Palio delle Zattere rimarrà una sfida fra le contrade di Valstagna, perché a mio avviso è giusto non tradire l’aspetto storico-tradizionale di questo evento, ricordando comunque che fra gli equipaggi gareggiano già persone degli altri ex comuni, quindi una “fusione” noi l’abbiamo fatta da tempo; escludo che le contrade possano essere sostituite dai vecchi comuni. Detto questo, attendiamo il nuovo sindaco: lo inviteremo a seguire l’ evento con noi oppure, chissà, lo faremo gareggiare - scherza Lazzarotto -. Valstagna, tra l’altro, nel 2005 è stato proclamato “Paese delle Zattere” dall’Associazione internazionale degli zattieri, che ha sede in Spagna, e il Palio, unico del suo genere, cresce e richiama sempre più turisti anche stranieri». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

D.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1