CHIUDI
CHIUDI

08.09.2019

Era già stato condannato per 3 colpi nel Bassanese

Il materiale e gli indumenti sequestrati dai carabinieri a Fabrello
Il materiale e gli indumenti sequestrati dai carabinieri a Fabrello

Paolo Fabrello, arrestato l’altro giorno dai carabinieri a suo modo è un personaggio. Soprannominato “mister 45 furti”, difeso dall’avvocato di Vicenza Fernando Cogolato, lo scorso dicembre venne assolto dalla Corte d’Appello di Venezia, da ben 42 colpi che gli erano stati attribuiti, per la magior parte compiuti fra Scledense e Thienese. la stessa corte riunita a Mestre lo ritenne responsabile di tre colpi tra il 1 e 6 giugno 2016 alle farmacie “San Zeno” e ”Madonna della Salute”, rispettivamente a Cassola e Rossano , e al “Voilà Caffè” di Rosà in via degli Alpini. Per questi furti, Fabrello venne condannato a 3 anni 15 giorni di reclusione. In primo grado, a Vicenza, nell’aprile del 2018 gli furono inflitti 6 anni 5 mesi e 15 giorni di carcere. Era stata la stessa Procura generale a sollecitare la Corte d’Appello affinché assolvesse l’ex rappresentante di commercio perché sosteneva che non c’erano prove oggettive. «Le immagini lo scagionano», insistette l’avv. Cogolato. Da ricordare che in sede di indagini preliminari il gip respinse la richiesta di cattura ritenendo che non ci fossero gravi indizi. Dopo la lettura della sentenza d’appello, l’avvocato Cogolato aveva annunciato ricorso in Cassazione per far annullare la condanna inflitta in secondo grado al suo assistito. L’inchiesta a carico di Fabrello era scaturita da una raffica di furti compiuti ai danni di farmacie ed esercizi commerciali del Vicentino.

E.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1