CHIUDI
CHIUDI

03.01.2019

Sosta in Viale dei Martiri Fioccano multe ai turisti «A fine mese si cambia»

Bassano città votata al turismo internazionale, Bassano città accogliente. Tranne che in viale dei Martiri dove da qualche mese le multe per divieto di sosta sulle piazzole riservate colpiscono duro. E mentre l’Amministrazione lavora a diversificare le tariffe dei parcheggi c’è chi deve pagare le contravvenzioni. Si tratta soprattutto dei visitatori in arrivo da oltreconfine, tedeschi e britannici in particolare. Colpa del cambio d’uso delle piazzole deciso in estate dall’Amministrazione, metabolizzato dai cittadini ma difficile a comprendersi da parte di chi viene da fuori anche se la segnaletica è chiara. In sostanza, finché i residenti potevano parcheggiare in castello, i posti auto in viale dei Martiri erano azzurri. Vale a dire a pagamento accessibili a tutti. Oggi che il castello è interdetto alle auto, le piazzole sono gialle, riservate a chi in centro ci abita. Ma i turisti non lo sanno, e all’altezza delle linee gialle c’è pure un parcometro in funzione. Così, fermano la vettura, scendono, pagano ed espongono il biglietto sul cruscotto. Visitano il centro e al ritorno, trovano un altro biglietto: quello della contravvenzione prossima ai 90 euro. In molti, sbigottiti, nelle ultime settimane hanno chiesto spiegazioni ai titolari di bar e negozi lungo la via. Qualcuno, sconsolato, ha saldato subito il conto, i più se ne sono andati imbufaliti. Ed è ragionevole pensare che non torneranno tanto volentieri in città. Per questo i negozianti chiedono in tutta fretta il ritorno ai parcheggi “azzurri”. L’assessore ai lavori pubblici, Roberto Campagnolo, risponde che è questione di poche settimane. «Entro la fine del mese tutto tornerà come prima – spiega il pubblico amministratore -. L’idea di riportare viale dei Martiri alla condizione precedente la pedonalizzazione del Castello era maturata già nel tardo autunno. Avevamo detto che la destinazione del viale a parcheggio per residenti era sperimentale, le verifiche ci hanno convinto a tornare al passato». Burocrazia e tempi tecnici hanno spostato l’attuazione della misura all’anno nuovo, ma secondo quanto riferisce Campagnolo l’iter sarebbe giunto finalmente alla fase conclusiva. «Abbiamo dovuto attendere il parere favorevole della commissione di riferimento – evidenzia il vciesindaco-, che è arrivato attorno al 15 dicembre. Poi sono iniziate le feste e abbiamo rimandato tutto a dopo l’Epifania». Nel frattempo, però, l’amministrazione comunale si è occupata anche di altri parcheggi, avviando il percorso che porterà alla tariffazione a fasce. «In sostanza – dice l’assessore – il costo per la sosta diminuirà man mano che ci si allontana dal centro storico. È un modo per incentivare l’uso delle piazzole “di cintura”, venendo anche incontro al portafoglio». Resta da decidere il destino dell’area di sosta “Le Piazze”: contigua al centro ma fondamentale per tenerne in vita l’economia. «La proposta avanzata nei mesi scorsi dai commercianti di prevedere la gratuità serale e notturna è sensata – commenta Campagnolo – e la stiamo valutando. Dovremo coprire un mancato introito di 150 mila euro ma gli uffici ci assicurano che una soluzione si può trovare. In ogni caso non saranno previsti aumenti: sarebbero penalizzanti per i cittadini e per gli esercenti». •

Lorenzo Parolin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1