CHIUDI
CHIUDI

27.02.2020

Sei cani avvelenati
dalle esche
contro i lupi

Il cane antiveleno Blacky durante la bonifica ad Asiago
Il cane antiveleno Blacky durante la bonifica ad Asiago

Sei cani avvelenati, due dei quali morti, a causa di bocconi disseminati nella zona del Sacrario del Leiten ad Asiago, con l'obiettivo forse di colpire i lupi. La zona è comunque già stata bonificata dall'Unità cinofila antiveleno Dog Angel, ma il caso ha creato non poco clamore. I salvatori dei cani altopianesi si chiamano Mirco Nicolazzo, di Folgaria, e il cane Blacky, un incrocio tra un pastore nero e un husky, appositamente addestrato ad individuare bocconi avvelenati. 

 

«Purtroppo con l'arrivo del lupo nelle nostre montagne i casi di avvelenamenti sono aumentati - illustra Nicolazzo -. Da informazioni raccolte, ben sei cani sono rimasti intossicati tra contrada Zocchi e il Sacrario, due purtroppo sono deceduti. Vista la situazione critica, sono state effettuate quattro ricognizioni di 40 minuti ciascuna che al momento mi portano a dichiarare la zona bonificata. Certo, se qualcuno poi dovesse rimetterli, si ritornerà ai pericoli di prima».

 

Un fenomeno di inciviltà che ha trovato la condanna di tutta la popolazione, che ha chiesto all'Amministrazione comunale maggiori controlli per la tutela della salute sia degli animali domestici ma anche per la fauna selvatica. 

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1