Bassano del Grappa

Sciroppo per lo "sballo viola" con ricetta falsificata: 16enne nei guai

Minorenne bassanese falsifica una ricetta medica allo scopo di acquistare uno sciroppo per la tosse a base di codeina, che mischiato con della semplice gazzosa provoca lo “sballo viola”, pratica americana, ormai arrivata anche in Italia e utilizzata soprattutto da adolescenti per andare su di giri: dopo le indagini degli agenti del commissariato cittadino scatta la denuncia alla procura per i minorenni di Venezia. Adesso il sedicenne, residente a Bassano, dovrà rispondere del reato di falso materiale, ma lui si difende: «È vero, l’ho fatto e ho sbagliato, ma io poi non mai consumato quel mix, era per gli amici».

 

Secondo la ricostruzione della polizia, il ragazzo avrebbe scaricato da internet la copia di una ricetta rilasciata da un medico di Venezia. Avrebbe poi compilato il documento, falsificando la firma del medico, e si è recato in una farmacia cittadina ad acquistare il flacone di sciroppo per la tosse a base di codeina, sostanza oppioide utilizzata per trattare il dolore. La farmacista gliel’ha venduta, ma poi, rileggendo le ricette della giornata, si è insospettita proprio per quella prescrizione che risultava proveniente addirittura da Venezia e ha deciso così di contattare il medico firmatario. Quest’ultimo è caduto dalle nuvole e si è recato alla questura della città lagunare per sporgere denuncia. Gli accertamenti congiunti della polizia hanno poi portato all’identificazione del giovane bassanese.

 

Lo “sballo viola” pare essere una pratica ormai diffusa tra gli adolescenti. Lo sciroppo a base di codeina, è più facilmente reperibile rispetto ad altri oppiacei pericolosi, come la morfina, quindi arrivare all'abuso con la codeina è più semplice. Gli effetti del mix con la gazzosa vanno da euforia ad apatia, sonnolenza, estremo rilassamento, con un alto rischio di sviluppare dipendenza: la codeina, infatti, è considerata una via d'accesso ad altri oppiacei.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna