CHIUDI
CHIUDI

10.01.2020

Ex sindaco leghista assunta da Pavan

Il municipio di Bassano
Il municipio di Bassano

Da sindaco di Pozzoleone a segretaria del sindaco di Bassano. Incarico nuovo di zecca per Giada Scuccato, l’ex primo cittadino in quota Lega che diventa ora braccio destro di un’altra leghista doc, Elena Pavan. Il Partito Democratico di Bassano, però, insorge e punta il dito contro una nomina di cui non vede una reale necessità e che ritiene pilotata dai vertici leghisti. Nomina che, come indicano gli atti del Comune di Bassano, prevede l’attivazione di un contratto di lavoro a tempo determinato e a tempo pieno. Scuccato sarà ora impegnata 36 ore alla settimana come segretaria del sindaco e riceverà un corrispettivo totale di 41 mila euro annui. Il suo contratto sarà valido sino a fine 2020. «Ormai siamo allo sbando più totale - afferma Luigi Tasca, segretario del Partito democratico di Bassano -. I vertici della Lega impongono un vero e proprio commissariamento e l’Amministrazione comunale cala il capo e accetta senza battere ciglio. Dopo i consulenti d’immagine ora anche la tutrice: ci chiediamo se alla maggioranza che sostiene la Pavan stia bene questa situazione. Ci chiediamo se sia giusto continuare a sperperare denari pubblici in questa maniera». Per il Pd, inoltre, una figura come Scuccato non sarebbe adatta a tale ruolo, perché proviene da una realtà diversa. «Giada Scuccato non ha nulla a che fare con Bassano, essendo stata amministratrice di un paese di 2 mila abitanti al confine tra le province di Padova e Vicenza - attaccano i dem -. Inoltre, non era mai stata nominata nella squadra della sindaco». Il Pd accusa inoltre l’Amministrazione Pavan di «spendere fondi comunali senza alcun senso logico. Abbiamo passato 10 anni a cercare di risistemare le casse comunali e ora in poco più di sei mesi sono ricominciate le spese folli e i mutui da lasciare in eredità ai nostri cittadini - prosegue la capogruppo in consiglio comunale, Paola Bertoncello -. Nell’ultimo consiglio comunale, la maggioranza si è rifiutata di accogliere la proposta delle minoranze di destinare fondi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, ora questo incarico sa da presa in giro a tutti i cittadini». Pavan respinge le accuse. «Il capo di gabinetto del Comune, Luigi Giacobbo, andrà presto in pensione mentre l’attuale segretaria Elisa Gasparotto ha un contratto part time, per cui non è sempre presente - afferma Pavan -. Serviva quindi una figura adatta, con i titoli giusti. Giada Scuccato è proprio la persona che fa al caso nostro: è un avvocato, che però ha deciso di non fare l’avvocato e di lavorare invece nella pubblica amministrazione. Diventerà ora la mia segretaria, con tutti i compiti connessi al caso, come rispondere al telefono e organizzare gli appuntamenti, anche quelli legati ai tavoli sovracomunali». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1