CHIUDI
CHIUDI

09.11.2019 Tags: Rossano Veneto , Castelfranco Veneto , via dei Carpani , Graziella Geremia

Travolta e uccisa
da un'auto pirata
davanti alla figlia

Il luogo dell'incidente subito dopo la tragedia. (Foto La Tribuna di Treviso)
Il luogo dell'incidente subito dopo la tragedia. (Foto La Tribuna di Treviso)

CASTELFRANCO VENETO/ROSSANO VENETO. Uccisa mentre sta attraversando la strada, falciata da un'auto pirata. A perdere la vita Graziella Geremia, 74 anni di Rossano Veneto, insegnante in pensione, travolta davanti alla figlia Marta, poi colta da malore, mentre stava andando a trovare un'amica. 

 

La tragedia è avvenuta nel tardo pomeriggio di sabato, intorno alle 17.45 in via dei Carpani, a Castelfranco Veneto, poco prima della rotonda che immette all'ospedale. Secondo una prima ricostruzione mamma e figlia stavano attraversando la strada, che è a quattro corsie, due per senso di marcia, quando un'auto, in fase di sorpasso e a velocità alquanto elevata, ha preso in pieno la 74enne. Un urto tremendo che l'ha uccisa sul colpo e che ha scaraventato a terra anche la figlia.

 

La chiamata di soccorso ha parlato di un’auto pirata, il cui conducente non si sarebbe fermato a prestare aiuto alla donna. Immediato il tentativo di alcuni automobilisti in transito di salvare la donna, ma quando è arrivata l’ambulanza del Suem 118, al personale medico non è rimasto purtroppo che constatare il decesso.

 

Sul posto anche la polizia locale e i carabinieri di Castelfranco per le indagini. La caccia è aperta all'auto pirata: si tratterebbe di una Fiat Punto, come testimoniano i rottami lasciati sull'asfalto. Secondo i rilievi il corpo della vittima è stato trovato a notevole distanza dal punto d'impatto. Segno questo, secondo gli investigatori, che l'utilitaria pirata stava procedendo a forte velocità.

 
 

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1