CHIUDI
CHIUDI

21.03.2019

Il crac Piovesan costa sei mesi all’amministratore

Sei mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena. È quanto ha patteggiato l’altra mattina, in tribunale a Vicenza, davanti al giudice Maria Trenti e al pubblico ministero Brunino, Diego Piovesan, 40 anni, residente a Rossano in via Marchiori. L’imputato, difeso dall’avv. Nicola Matteo Sartore, doveva rispondere di un’ipotesi lieve di bancarotta fraudolenta per distrazione. È stato invece prosciolto, per i gravi problemi di salute di cui soffre, e che non gli consentivano di partecipare coscientemente al processo, Francesco Piovesan, 77 anni, sempre di Rossano (avv. Clara Marchetti). I due imputati erano stati chiamati in giudizio in qualità di vertici della “Piovesan costruzioni srl”, che aveva sede a Rossano in via Marchiori e si occupava di attività edili. La società era stata dichiarata fallita dal tribunale di Vicenza nell’aprile del 2015. La procura, sulla scorta della relazione del curatore fallimentare Raffaella Zanini e delle indagini di finanzieri e poliziotti del quarto gruppo, contestava la bancarotta fraudolenta e quella semplice al solo Francesco, che nei tre anni antecedenti la dichiarazione di fallimento non aveva tenuto i libri e le scritture contabili obbligatori per legge. Francesco era stato amministratore, e poi Diego liquidatore della ditta di famiglia. Secondo quanto emerso, Diego aveva prelevato 6.500 euro dalle casse della società nel febbraio del 2012, mentre Francesco avrebbe distratto 275 mila euro, non provvedendo a restituire la somma di 103 mila euro che gli era stata prestata dalla ditta nei 2001 a titolo di caparra confirmatoria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1