CHIUDI
CHIUDI

05.02.2019

Impugna un bastone
e minaccia di morte
il padre: arrestato

Intervento dei carabinieri
Intervento dei carabinieri

ROSÀ. Violento in famiglia, viene allontanato da casa ma non rispetta il divieto e torna a minacciare il padre. A quel punto, per lui, scatta l'arresto.

In carcere è finito Eros Bizzotto, 34 anni, volto noto alle forze dell'ordine. A fine gennaio i familiari si erano rivolti ai carabinieri per denunciare una serie di comportamenti violenti, minatori e persecutori nei loro confronti. La situazione era precipitata negli ultimi tempi tanto che, in pochi giorni, i militari erano intervenuti ben tre volte per sedare le liti in casa.

Nei suoi confronti è stato eseguito con urgenza un provvedimento di allontanamento dall'abitazione. Provvedimento che non ha rispettato. Ieri pomeriggio si è presentato a casa del padre chiedendo di poter avere alcuni effetti personali e del cibo. Quando il genitore gli ha detto di aspettare fuori nell'attesa che glieli prendesse Eros Bizzotto ha impugnato un bastone da passeggio e ha cominciato a minacciarlo di morte, affermando che nessuno avrebbe potuto fermarlo, nemmeno i carabinieri. Poi ha aggredito verbalmente la madre e la sorella, afferrando alcuni oggetti qua e là e tentando di dileguarsi. Il padre è riuscito a dare l'allarme al 112 e, in  pochi minuti, sono arrivati i carabinieri. Per il 34enne è scattato l'arresto per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1