CHIUDI
CHIUDI

02.11.2019

Romano ritrova i bimbi del vecchio “Carosello”

Un’immagine del “Carosello” girato a Romano negli anni SettantaUna scena da non imitare
Un’immagine del “Carosello” girato a Romano negli anni SettantaUna scena da non imitare

Un carosello degli anni Settanta girato a Romano d’Ezzelino, un carretto di gelati e un obiettivo: dare un nome a tutte le comparse che presero parte allo spot. È l’appello lanciato da Mario Valentino Zilio e accolto dalla gente di Romano, che si è prodigata riuscendo a ricostruire il piccolo “cast”. Lui quel giorno c’era e faceva parte del nugolo di ragazzini richiamati dal campanello del gelataio. Nel breve filmato andato in onda nel 1973 sulla prima rete nazionale per pubblicizzare gli pneumatici di una nota marca francese, un signore con cappello e abito bianco pedala spingendo il caratteristico mezzo con i coperchi di ottone perfettamente lucidati e richiama i bambini che dal centro del paese e dal campo di calcio del patronato accorrono per comprarsi un cono. Alcuni addirittura scavalcano ringhiere, parapetti o si calano dalle finestre per non perdere l’occasione di rinfrescarsi in una calda giornata d’estate. Si accalcano attorno all’uomo dall’aspetto gioviale: che era poi non un gelataio ma il macellaio del paese, volto ritenuto adatto dal regista a interpretare il ruolo. Fu un evento unico per gli abitanti del capoluogo ezzelino, che la troupe decise di utilizzare come set solo perché a Bassano non era stata in grado di reperire il carretto. Di quel giorno ora si sta cercando di rivivere un po’ l’emozione, anche con l’aiuto di chi non vi prese parte. «Quando fecero le riprese, purtroppo ero nei campi e lo seppi solo quando ormai era troppo tardi. Un vero peccato», racconta Roberto Frison, che ha partecipato al tam tam dei social, guardando e riguardando il filmato nel tentativo di riconoscere tra quei giovani volti quelli dei cinquantenni di oggi. «A parte la miniserie “Mino Piccolo alpino”, girata anni più tardi, per Romano si trattò di un’occasione unica di apparire sulla tv nazionale. Noi ragazzi ne parlammo per un mese intero e ora, a distanza di decenni, è emozionante vedere come siamo cambiati». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Federica Augusta Rossi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1