CHIUDI
CHIUDI

13.11.2019

Raccolti nel weekend ottanta sacchi di rifiuti

Sacchi di rifiuti abbandonati lungo la Cadorna, salendo sul Grappa
Sacchi di rifiuti abbandonati lungo la Cadorna, salendo sul Grappa

Più di ottanta sacchi delle immondizie abbandonati a Romano nell’ultimo fine settimana. Lungo le strade, vicino ai cimiteri, in mezzo al verde. Così tanti da aver mandato su tutte le furie il sindaco di Romano Simone Bontorin, che in un video non ha esitato a rivolgersi al responsabile. «Se stavolta lo becchiamo - dice - va in galera». Al sindaco questi abbandoni suonano molto strani. Nel senso che la tipologia di rifiuti trovati all’interno dei sacchi lascia perplessi e permette allo stesso tempo di ipotizzare un legame tra gli abbandoni. «Nei sacchi abbiamo trovato tutti rifiuti appartenenti al secco indifferenziato, come se fossero stati raccolti lungo le strade e poi abbandonati in vari punti del territorio comunale -. riferisce Bontorin-. La cosa suona parecchio strana, anche perché ci sono troppe analogie tra i rifiuti stessi». Chiunque sia il responsabile, così non si può andare avanti. È evidente. Il sindaco annuncia quindi la decisione di passare alle maniere forti. «Attiveremo i controlli con i carabinieri forestali - riferisce - che monitoreranno il nostro territorio pure la sera, in modo da scongiurare nuovi abbandoni». Tra venerdì e domenica, del resto, Romano è stata letteralmente presa d’assalto dagli incivili, siano essi seriali o meno. In totale, tra i cimiteri, il Col Roigo e gli svincoli della superstrada sono stati ritrovati ben 85 sacchi delle immondizie: 30 soltanto lungo la statale Valsugana. Sempre nell’ultimo fine settimana, altri 7-8 sacchetti sono stati abbandonati tra il secondo e il terzo tornante della strada Cadorna. Una situazione incresciosa, indegna di tutti quei volontari che due settimane fa si erano prodigati nella raccolta delle immondizie durante la passeggiata ecologica. In quell’occasione, erano stati ritrovati 15 quintali di rifiuti. Dalla frazione nell’estremo sud, Sacro Cuore, al Col Campeggia in montagna, era stato ritrovato di tutto. Lungo le rogge erano stati rinvenuti addirittura sanitari, assieme a ferri da stiro, sdraio e telai di vecchie sedie in ferro. Erano stati trovati anche sacchi d’immondizia già differenziata e rifiuti da trattamenti sanitari, come sacche di sangue. Sui primi tornanti del Grappa, inoltre, erano state rinvenute le carcasse di una capra e di un cane. •

E.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1