CHIUDI
CHIUDI

04.11.2019 Tags: Bassano del Grappa , ricette

Ricette false
per usare farmaci
come droga

Le ricette erano state rubate ad alcuni medici di base. ARCHIVIO
Le ricette erano state rubate ad alcuni medici di base. ARCHIVIO

BASSANO. Farmaci spacciati (letteralmente) per dosi di droga, perché se associati all'alcol hanno l’effetto dell’eroina e della cocaina. Per procurarseli, due giovani avrebbero utilizzato ricette fasulle, rubate ad alcuni medici di base. L’allarme è partito dai farmacisti, che hanno dubitato delle insistenti richieste dei due clienti, ora denunciati per ricettazione e falso materiale.

 

L’indagine degli agenti del commissariato cittadino è partita lo scorso aprile, su segnalazione della titolare della farmacia Pozzi di Angarano. Un marocchino di 24 anni, oggi residente a Mussolente, e l’amico di 22 anni, originario di Reggio Calabria, con residenza a Valbrenta, si erano presentati richiedendo, con tanto di ricetta, confezioni di due farmaci utilizzati per combattere gli effetti dell’epilessia, ma che se assunti con l’alcol hanno effetti simili alle droghe. 

 

Dalle indagini è emerso che i due avrebbero utilizzato 4 ricette regolari e altrettante rubate dai blocchetti di diversi medici che sostituivano durante le ferie i veri titolari degli ambulatori. Si mostravano agitati, saltavano la fila, arrivavano anche a minacciare atti autolesionistici in modo da convincere i sostituti a compilare le ricette per non rischiare conseguenze più serie. L’ipotesi è che centinaia di pastiglie siano state rivendute al prezzo di dosi di droga. Ultimamente i due non hanno dato più notizie di sé nel Bassanese: forse stanno battendo altre zone. Nel frattempo, però, la Polizia ha ricostruito la loro identità e li ha denunciati. Gli accertamenti proseguono.  

Francesca Cavedagna

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1