Bassano del Grappa

Botte a compagna
e suocera insultata
Arrestato 35enne

.
Una pattuglia dei carabinieri di Bassano.
Una pattuglia dei carabinieri di Bassano.

Picchia la convivente e strattona la madre della donna che cerca di difenderla, arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Ieri sera, verso le 21.30, al numero di emergenza 112 Carabinieri, una 45enne italiana chiedeva aiuto, perché il compagno convivente, un 35enne magrebino, l’aveva picchiata.

Nell’arco di pochi minuti, una gazzella della Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Bassano, raggiungeva l’indirizzo indicato e notava uscire, dalla palazzina, l’uomo indicato, visibilmente agitato. Fermato dai militari, non ha opposto resistenza.

La donna molto scossa e provata, con dei segni di percosse sul viso, ha poi raccontato ai carabinieri che non era il primo episodio di violenza che subiva, che in passato si era recata più volte al pronto soccorso ma che non aveva mai avuto il coraggio di denunciare il compagno, perché intimorita dalle sue minacce. Questa volta però, non era riuscita a sopportare l’ennesima aggressione fisica.

Tra l’altro, in questa occasione, l’anziana madre di lei, aveva tentato di frapporsi tra i due ma era stata insultata e spintonata dall'uomo. Entrambe impaurite, hanno dichiarato di temere per la loro vita anche perché l’uomo, una volta spinto fuori dell’appartamento, aveva tentato di sfondare la porta con calci e pugni e solo vedendo i carabinieri arrivare, aveva desistito dall’intento.

 

Successivamente, i militari hanno sentito il 35enne magrebino, il quale ha dichiarato che le donne esageravano, che non era stato affatto aggressivo, cercando appunto di riportare i fatti nell’ambito di una banale discussione familiare.

Ricostruiti i fatti, la vittima, accompagnata in ospedale, e stata curata, mentre l’uomo, sentito il pubblico ministero di turno, è stato dichiarato in stato di arresto.