CHIUDI
CHIUDI

24.11.2019

Pazienti in attesa Triplicati i posti al pronto soccorso

L’area esterna del Pronto soccorso, con un accesso ampliato
L’area esterna del Pronto soccorso, con un accesso ampliato

Il periodo natalizio porterà un grande “regalo” anche all’ospedale San Bassiano, con un Pronto soccorso tutto nuovo, pronto a essere inaugurato nelle prossime settimane, quando verrà terminato anche il secondo stralcio di un progetto complessivo iniziato nel 2016 con investimenti per oltre 2,5 milioni di euro. Il rivoluzionamento del reparto di emergenza e assistenza ha l’obiettivo di una netta diminuzione dei tempi di attesa e insieme di un maggiore comfort per i pazienti, che ora verranno suddivisi per livelli e generi di urgenze, con anche una serie di zone esclusive dedicate. Le novità, in parte già aperte alla fruizione degli utenti, non interesseranno solo la struttura, ampliata e ammodernata, ma anche i servizi ai pazienti, che ora possono contare su nuovi macchinari, posti letto e a sedere aggiuntivi insieme a un’innovativa centrale di monitoraggio. La parte in procinto di conclusione è l’area esterna alla vera e propria zona di cura e gestione delle emergenze, ovvero il secondo stralcio di un rinnovo strutturale che ha avuto in costo complessivo di oltre 1,3 milioni di euro, per la maggior parte messi a disposizione dalla Regione. Il primo step, completato nel 2018, ha interessato l’interno del Pronto Soccorso, dove sono stati completamente riorganizzati i flussi dei pazienti allo scopo di renderli più funzionali ed efficienti, con percorsi specializzati a seconda delle patologie e delle criticità. La seconda fase di intervento, che verrà appunto completata a giorni, riguarda le zone di arrivo e attesa, che sono state ampliate passando dai precedenti 119 metri quadrati a 270. Questo ha permesso di triplicare i posti a sedere per i pazienti in attesa: passeranno da 25 a 76, ubicati all’interno di un ‘area che sarà anche molto più luminosa e accogliente, arricchita di schermi tv. Un ammodernamento importante ha riguardato anche il settore dei macchinari e della riorganizzazione interna del reparto. Con l’investimento di oltre un milione di euro è stata realizzata una centrale di monitoraggio, attiva da tempo, che consente di seguire l’evoluzione clinica dei pazienti anche quando questi vengono trasferiti in altri reparti, monitorando passo passo via wi-fi ogni loro spostamento e ogni loro ulteriore dato. I finanziamenti hanno permesso inoltre di dotare il reparto di una nuova piastra ecografia, defibrillatori, ventilatori polmonari, nuovi arredi e letti elettrici. Attive anche novità nell’organizzazione del lavoro, con l’ampliamento dell’assistenza di sala fino a mezzanotte, insieme al triage avanzato con modalità di accoglienza a tracciato veloce. Spazi più ampi e obiettivo riduzione dei disagi, dunque, per il Pronto soccorso cittadino, i cui dati degli ultimi mesi, nonostante l’aumento delle prestazioni richieste, hanno dimostrato un miglioramento nelle tempistiche. All’imminente inaugurazione del “biglietto da visita” del San Bassiano è prevista la partecipazione del presidente della Regione Luca Zaia e dell’assessore alla Sanità Manuela Lanzarin. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1