CHIUDI
CHIUDI

14.08.2019

Sport e inclusione sociale Il nuovo volto del palazzetto

Il palazzetto di via DanteLa presentazione del nuovo gestore del palasport
Il palazzetto di via DanteLa presentazione del nuovo gestore del palasport

Un piano per l'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, un occhio di riguardo per la disabilità e tanti progetti dedicati al welfare e al benessere della comunità. Dopo le note vicissitudini, legate soprattutto alla difficoltà nel trovare una gestione adeguata, per il palazzetto dello sport Mussolente inizia un nuovo corso. Dal 16 agosto la struttura sportiva di via Dante sarà affidata alla cooperativa La Goccia Social Sport che, in base alla convenzione quadriennale stipulata con il Comune, non dovrà solo occuparsi della custodia, della pulizia e della conduzione dell'impianto e del bar annesso, ma si impegnerà anche a potenziare l'offerta del centro sportivo, destinato a diventare, secondo le parole del sindaco Cristiano Montagner, «un modello di inclusione socio–sportiva». Ciò significa che, da un lato, per i servizi di guardiania e di mantenimento e cura degli spazi interni ed esterni dovranno essere impiegati soggetti “svantaggiati” e rimasti esclusi dal mercato del lavoro, e dall'altro si cercheranno di proporre nella palestra inferiore (ad oggi non utilizzata) attività motorie rivolte alle persone con disabilità o con malattie croniche ma anche percorsi riabilitativi e iniziative per tutta la cittadinanza. Per lo sviluppo di questo piano, denominato “Empowerment”, il nuovo gestore, canone mensile di 5100 euro e che potrà trattenere i ricavi del bar, si avvarrà della collaborazione della cooperativa sociale La Goccia, di cui è una costola, e di un'altra coop del territorio, la Ferracina. Sarà proprio quest'ultima realtà a riarredare, in stile vintage, il bar e l'appartamento del custode. Tra le tante proposte in cantiere figurano anche l'avvio di collaborazioni con le imprese interessate a sviluppare il welfare aziendale e l'istituzione di una consulta dello sport. «Vorremmo inoltre far accreditare la struttura dall'Ulss 7 – hanno spiegato i referenti de La Goccia, Christian Sperotto e Francesco Tosetto – in modo da farla diventare una palestra della salute». «Si tratterà di un'esperienza pionieristica per il nostro territorio - ha sottolineato il primo cittadino -. Una nuova modalità di gestione che ci assicurerà un miglior servizio e che avrà un grande ritorno non tanto dal punto di vista finanziario quanto sotto l'aspetto sociale». Continuerà comunque a esserci spazio per le società sportive locali, per le quali non cambierà nulla. «Le tariffe per l'uso della palestra superiore – ha rimarcato l'assessore allo sport Luca Ferronato – rimarranno invariate. Questa vuole infatti essere una azione di rilancio dello sport a Mussolente. E proprio in tale ottica il 15 settembre, con le associazioni, proporremo la prima Festa dello Sport». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1