CHIUDI
CHIUDI

27.03.2019

Giardino degli Angeli Due spazi dedicati ai bimbi mai nati

Gli spazi saranno ricavati sia a Mussolente che a Casoni
Gli spazi saranno ricavati sia a Mussolente che a Casoni

Anche Mussolente avrà il suo “Giardino degli Angeli”. Anzi, ne avrà due, uno nel capoluogo e uno nella frazione Casoni, dove l’Amministrazione Montagner ha già individuato due spazi nei quali i genitori potranno dare sepoltura ai bambini deceduti prima delle 28 settimane di gestazione e che, secondo la legge, non devono essere dichiarati nati morti allo stato civile. A richiesta dei genitori, nel “Giardino degli Angeli” potranno essere inumati anche i feti di presunta età inferiore alle 20 settimane. Il costo del servizio d’inumazione sarà a carico del Comune di Mussolente che istituirà anche un apposito registro informatico denominato sempre “Giardino degli Angeli”. «È un’iniziativa che mira a promuovere la vita “consegnando” un luogo alle famiglie che non hanno potuto veder nascere il proprio figlio per cause naturali - spiega il sindaco Cristiano Montagner -. L’ho proposta io, recependo un suggerimento di alcuni cittadini e di un medico del San Bortolo di Vicenza e responsabile del centro Aiuto alla vita di Bassano. Per noi la vita viene prima di tutto». •

E.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1