Proseguono le indagini a Bassano

Giulia morta nel camper: fidanzato indagato per omicidio. Arrivano i Ris

Il presunto omicidio nel camper posteggiato a Bassano (Foto Ceccon)

È indagato apiede libero per omicidio Henrique Cappellari, il fidanzato di Giulia Rigon, la donna di 31 anni, originaria di Asiago, rinvenuta senza vita, ieri mattina (domenica 19 dicembre), sulla panca posteriore di un camper parcheggiato in un'area sosta di via Capitelvecchio, nella periferia di Bassano del Grappa. Secondo i primi accertamenti, la chiamata alle 6,51 al servizio Suem 118, preceduta da un messaggio vocale inviato al padre della vittima, è stata eseguita da Henrique Cappellari, residente a Cassola ma che di fatto vive nel camper, utilizzato anche dalla donna. L'uomo, privo di dimora e di occupazione, è ora ospite in una comunità parrocchiale di Bassano del Grappa.

Sul posto,  dopo l'allarme ieri mattina, sono giunti il pm Serena Chimichi che ha assunto la direzione delle indagini, i militari del comando provinciale dei carabinieri di Vicenza, il nucleo investigativo e della compagnia di Bassano del Grappa, che hanno effettuato i primi rilievi. Sottoposti a sequestro il camper, un'auto Fiat Punto della vittima, un cellulare di Henrique Cappellari e l'area circostante il posteggio di via Capitelvecchio.

La vittima, come accertato dal medico legale, presentava ferite lacero-contuse, la maggiore nella regione frontale e al capo, e numerose altre lesioni ecchimotiche-escoriative al capo ed in altre parti del corpo. Tracce di sangue sono state rinvenute sia all’ interno del camper dove è stato rinvenuto il cadavere della donna, sia nell'area esterna al mezzo, sull’ asfalto del parcheggio.

 

Leggi anche
Giulia trovata morta nel camper. Il fidanzato interrogato ore: «È caduta, non l’ho colpita»

 

Il pm Serena Chimichi  nella serata di ieri, ha proceduto all’interrogatorio di Henrique Cappellari, assistito da un  difensore di fiducia, contestandogli il delitto di omicidio aggravato di Giulia Rigon. La prima versione, oggetto di approfondimento e di verifica da parte delle indagini, fornita dal compagno della 31enne - in stato di evidente confusione e a suo dire ignaro dell’esito mortale al momento della richiesta dei soccorsi - è di una accidentale caduta di Giulia Rigon sull’asfalto del parcheggio, in seguito ad una discussione, che avrebbe causato le ferite al capo. E di successive cadute del corpo della donna durante il tentativo di Cappellari di trasferire la compagna all’interno del camper. Altri elementi investigati potranno essere acquisiti in seguito all’autopsia della vittima da parte del medico legale e dal sopralluogo che sarà effettuato sul camper e nell’area adiacente allo stesso da parte dei carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di Parma. 

Sull'indagato Henrique Cappellari, nel frattempo, è stato eseguito nella tarda serata di ieri un accertamento per la rilevazione di sostanze stupefacenti e/o alcoliche. Verranno approfondite anche le condizioni psico-fisiche della vittima che sarebbe stata ricoverata in strutture psichiatriche e di recente in una comunità terapeutica residenziale del Vicentino.