L'omaggio al cantante

Michele Merlo, Salvini e Meloni ai funerali. Allo stadio cantanti e fan

Alberto Bertoli, figlio di Pierangelo Be

La tribuna, che ospita per le regole Covid 200 persone distanziate,
è piena per l'ultimo saluto a Michele Merlo, il cantante morto il 6 giugno a 28 anni a causa di un’emorragia celebrale scatenata da una leucemia fulminante. Sono un migliaio le persone ai funerali. Numerosi  fan arrivati a Rosà non sono potuti entrare nello stadio e hanno seguito la messa attraverso gli altoparlanti collocati nei piazzali all’esterno.

 

 

Gli invitati della famiglia, tra i quali politici e protagonisti del mondo dello spettacolo, sono stati fatti sistemare nelle 300 poltroncine davanti all’altare posto al centrocampo. Tra di loro il leader della Lega Matteo Salvini, che è entrato allo stadio di Rosà mano nella mano con la fidanzata Francesca Verdini. E la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

 

 

Al funerale di Michele anche i suoi più cari amici, per un omaggio al suo essere ragazzo prima che artista e volto noto della televisione. Tra questi Federico Baroni, ex compagno di squadra del cantante 28enne nel programma televisivo "Amici", che canterà al termine della celebrazione religiosa. E  Alberto Bertoli, figlio di Pierangelo Bertoli, che ha cantato la stessa canzone del padre "A muso duro" che Michele aveva portato ad Amici come tributo. Dopo la fine della messa e due ricordi da parte della cugina di Michele e di un’amica. All’esterno dello stadio sono stati fatti volare in cielo palloncini bianchi e farfalle per ricordare Michele.

«Negli occhi splendidi di quel ragazzo c’era la grande voglia di vivere». Queste le parole del sindaco di Rosà, Paolo Bordignon, per ricordare Michele, qualche minuto prima della celebrazione del funerale. Accanto a lui, l'assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, che è stata sindaco di Rosà dal 2002 al 2012. «Questo è solamente un momento di dolore - ha aggiunto l'attuale primo cittadino - ritengo che il silenzio sia la scelta migliore di vicinanza alla famiglia. È l’unica cosa che chiedo a tutti».

Suggerimenti