La morte del cantante

Michele Merlo: i funerali spostati allo stadio di Rosà. Attese centinaia di persone

.

AGGIORNAMENTO ORE 17.35 -  Viene spostato, «per ragioni di viabilità stradale e ferroviaria oltre che di sicurezza», il funerale di Michele Merlo. Non più nel giardino della villa di proprietà della famiglia Marchiorello, in via Ca' Minotto, ma allo stadio comunale "Toni Zen" di Rosà, in via dei Fanti. Resta confermata la data di venerdì 18 giugno alle 17.

Confermata anche la camera ardente mercoledì 16 giugno al Pantheon di Bologna dalle 9 del mattino fino alle 16. Poi il feretro partirà per Rosà dove resterà esposto nei giorni di giovedì e venerdì nell’Istituto Maria Ausiliatrice in via Roma 82, (giovedì dalle 9 alle 11 e dalle 15 alle 18; venerdì dalle 9 alle 11).

 

 

Rosà è il paese vicentino dove Merlo era nato e dov’era cresciuto, prima di intraprendere la carriera artistica. Nel sopralluogo effettuato oggi dal sindaco del paese Paolo Bordignon, dal vicequestore del commissariato di Bassano e dalle forze dell’ordine non è stata ritenuta idonea, per motivi di sicurezza, quella che era la prima indicazione per celebrare le esequie, il parco della villa della famiglia Marchiorello, che aveva messo a disposizione l’area di proprietà. In precedenza era stata scartata anche l’ipotesi del Duomo, per motivi di capienza. Alla fine, in accordo con la famiglia Merlo, è stato condiviso di celebrare il funerale nel locale stadio comunale "Toni Zen" che con la gestione degli ingressi, spazi, parcheggi e viabilità permette di soddisfare i criteri imposti dalle normativa. Alla cerimonia funebre, prevista con inizio alle 17, sono attese centinaia di persone, tra cui fan del cantante provenienti da ogni parte d’Italia.

 

ORE 7 - Sarà allestita domani, mercoledì 16 giugno al Pantheon della Certosa di Bologna, dalle 9 alle 16, la camera ardente per Michele Merlo, il cantante scomparso a seguito di un'emorragia cerebrale scatenata da una leucemia fulminante. I funerali si svolgeranno venerdì 18 giugno alle 17 a Rosà, suo paese di origine, presso villa Marchiorello, località Ca' Minotto. La nota famiglia di imprenditori rosatesi è molto vicina alla famiglia Merlo, ed era molto affezionata anche a Michele che ha passato nella loro dimora molte serate spensierate. Eventuali iniziative benefiche in memoria di Michele Merlo saranno comunicate dalla famiglia stessa e devolute all'Ail, Associazione italiana contro le leucemie. 

Leggi anche
Michele Merlo, il dolore dei genitori: «Adesso vogliamo tutta la verità»

Suggerimenti