Asiago

Medico assenteista denunciato: timbrava il cartellino e poi andava al centro massaggi

Il nuovo ospedale di Asiago
Il nuovo ospedale di Asiago
Indagine della GdF ad Asiago

È accusato di aver truffato l’Ulss 7 Pedemontana vicentina un medico, impiegato all’ospedale di Asiago (Vicenza), che è stato denunciato dopo un’indagine della Guardia di finanza. Nei suoi confronti è scattata la misura interdittiva della sospensione dal lavoro e il sequestro preventivo della somma di 6.707 euro. Il provvedimento è scattato dopo che nei giorni scorsi i militari del comando provinciale della Finanza di Vicenza hanno concluso un’operazione che ha fatto emergere circa 70 episodi di assenteismo ad opera del professionista, per il quale è scattata anche la misura cautelare del divieto di dimora nel territorio del comune di Asiago.

Secondo quanto emerso il medico, nel periodo compreso tra il 2017 al 2020, pur risultando presente in servizio, in varie circostanze, si è allontanato dal proprio posto di lavoro per recarsi presso un noto centro benessere dell’Altopiano, per rientrare, dopo alcune ore di assenza ingiustificata, in ospedale dove timbrava il suo cartellino, attestando falsamente la propria presenza in servizio, per un totale di 194 ore.

Secondo quanto emerso vi sarebbero state delle condotte anomale durante i turni ambulatoriali e di sala operatoria presso il reparto di chirurgia.

Suggerimenti