Altopiano

Colto da malore durante una ciaspolata: muore a 55 anni

È successo in località Larici. A dare l'allarme un gruppo di ciaspolatori: inutili i tentativi di rianimazione.
La vittima, Andrea Calore, 55 anni (foto Facebook)
La vittima, Andrea Calore, 55 anni (foto Facebook)
La vittima, Andrea Calore, 55 anni (foto Facebook)
La vittima, Andrea Calore, 55 anni (foto Facebook)

Una ciaspolata tra quelle montagne tanto amate si è trasformata in tragedia per Andrea Calore, 55 anni, originario del Padovano ma residente ad Asiago, morto dopo essere stato colpito da infarto in località Larici. 

L'allarme

L'allarme è scattato attorno alle 13, a seguito della segnalazione al 118 da parte di un gruppo di ciaspolatori che si erano imbattuti in un uomo incosciente, a terra, nella neve sulla mulattiera che da Cima Madriolo scende al Rifugio Val Formica. Partito con le ciaspe per una camminata in solitaria (e non con gli amici come era emerso da una prima ricostruzione, ndr), il 55enne, proprio nel rientrare da Cima Madriolo era stato colto da malore

I soccorsi

Una squadra del soccorso alpino di Asiago ha raggiunto in fuoristrada il Rifugio, assieme ad un'ambulanza e ai carabinieri forestali di Roana, per poi proseguire in motoslitta. L'uomo, cui i presenti e un medico di passaggio stavano prestando primo soccorso, è stato poi preso in carico dell'equipe medica e dal tecnico dell'elicottero di Treviso emergenza, sbarcati con un verricello e subentrati nelle manovre di rianimazione. Purtroppo, però, a nulla sono valsi i tentativi e per il medico è stato possibile solamente constatare il decesso del 55enne. La salma è stata imbarellata e trasportata in motoslitta al Rifugio Val Formica, in attesa dell'arrivo dei familiari e del carro funebre. Anche tutti i soccorritori sono stati portati in motoslitta al Rifugio, dove era atterrata l'eliambulanza, poi decollata in direzione di Treviso.

La vittima Andrea Calore

La notizia della scomparsa di Calore, originario della provincia di Padova ma da tempo residente ad Asiago, ha destato profondo cordoglio, soprattutto nel mondo del calcio amatoriale dove era molto conosciuto, sia nel Padovano che nell'Altopiano. Per lui un'esperienza lunga 25 anni come allenatore tra giovanili e prime squadre, tra le quali Cervarese, Albignasego e Mestrino. Fino a ottobre 2021 aveva allenato la prima squadra del 7 Comuni.

 

Gerardo Rigoni