Mussolente

"L'ho cullato forte"
Bimbo, al vaglio
morte cerebrale

Bimbo vittima della sindrome del "bambino scosso"
Bimbo vittima della sindrome del "bambino scosso"

Sono disperate le condizioni del bimbo di 5 mesi che da ieri, sabato 23 dicembre, si trova in ospedale in coma a Padova. Il piccolo è nel reparto di terapia intensiva di pediatria, dopo che la madre, originaria di Mussolente, lo ha violentemente scosso perché non dormiva. I medici hanno richiesto l'intervento della commissione per la morte cerebrale.

 

I fatti sono accaduti nella casa che la giovane famiglia condivide a Mestrino. La donna, 29 anni, misquillese, è indagata per lesioni gravissime aggravate.

 

E' stata lei stessa a confessare ai carabinieri e al magistrato Roberto Piccione, di aver "cullato troppo forte" il piccolo, che non ne voleva saperne di dormire. La mamma, di origini vicentine, ha chiamato il 118 dopo aver visto che il piccolo non respirava più.

 

Se i fatti venissero confermati dalla visita di due esperti delegati dalla Procura, che effettueranno un accertamento venerdì, il caso rientrerebbe nel "baby shake syndrome", la sindrome del bambino scosso che nei piccoli provoca gravissimi danni cerebrali e neurologici.