CHIUDI
CHIUDI

10.02.2020

«Investimenti beffa per 300 mila euro»

La coppia che ha denunciato i consulenti finanziari ha consegnato il denaro a partire dal 2010
La coppia che ha denunciato i consulenti finanziari ha consegnato il denaro a partire dal 2010

Una consulenza finanziaria che si è trasformata in un rovescio con una perdita di 300 mila euro a causa delle errate valutazioni degli analisti ma senza alcun dolo professionale, oppure un tracollo in cui il comportamento degli esperti è da codice penale, a danno dei risparmiatori, perché si sarebbe trasformato addirittura in truffa? Attorno a questo interrogativo ruota la complessa vicenda finanziaria cui dovrà rispondere il tribunale di Padova e che coinvolge tre stimati professionisti - uno dei quali è il bassanese Robert Baron alla guida di Delta Forex -, che sono chiamati a rispondere in aula dell’accusa di truffa aggravata ai danni di due clienti. Costoro tra il dicembre 2010 e il 2014 affidarono agli imputati 502.704 euro, che si erano ridotti a 205.946 euro per effetto di investimenti sbagliati. Per l’accusa i promotori finanziari sarebbero stati non solo imprudenti, ma dolosamente responsabili di operazioni gravemente lacunose. Il pm Emma Ferrero ha citato a processo Robert Baron, 56 anni, di Romano d’Ezzelino, presidente e amministratore di Delta Forex dal 1998 al 2012, difeso dall’avvocato Marco Dal Ben di Vicenza; Barbara Toniolo, 45 anni, di Padova (avv. Martina Botton) e Umberto Loschi, 51 anni, anche lui di Padova, tutelato dall’avvocato Jacopo Trevisan di Venezia. A far scoppiare il caso una coppia assistita dagli avvocati vicentini Salvatore Lo Giudice e Renato Carretta, che hanno denunciato il comportamento dei consulenti. Quest’ultimi hanno operato per conto di Delta Forex sul mercato valutario e in più occasioni, dopo avere «conquistato la piena fiducia delle parti offese», si sono fatti consegnare a cominciare dal dicembre 2010 somme per oltre mezzo milione di euro. Gli imputati nel corso delle indagini preliminari hanno contestato la ricostruzione accusatoria, spiegando che le difficoltà dei mercati di quegli anni avevano danneggiato l’investimento, indipendentemente da loro responsabilità. Il personaggio principale è Robert Baron, che col fratello Giuseppe ha fondato a Padova Delta Forex, ed è ritenuto un consulente di primo piano del mercato Forex. É conosciuto come collaborare delle principali testate giornalistiche nazionali, dal Corriere Economia al Sole 24 Ore; da Radio Rai a Radio 24, per l’attendibilità delle previsioni e competenza nell’analisi, anche grafica, degli studi sull’attività di trading nei mercati finanziari. Tuttavia, per i denuncianti, i tre professionisti della consulenza finanziaria avrebbero mantenuto la «totale gestione dei conti correnti su cui erano accreditate le somme in questione», ma avrebbero «omesso di fornire loro i doverosi documenti informativi sia sui propri obblighi in qualità di consulenti finanziari sia sugli investimenti effettuati». Il pm Ferrero, accusa Baron, Loschi e Toniolo di «avere utilizzato tali somme in fondi in cui erano soggetti interessati e coinvolti, e pertanto in conflitto d’interessi, così inducendo in errore i risparmiatori». In questa maniera, afferma la procura patavina, gli imputati si sono procurati un indebito profitto «consistente nella disponibilità delle somme, causando un grave danno ai due clienti, cui sono stati restituiti solo 205 mila euro» a fronte dei 502 mila versati e investiti nei quattro anni. La questione di fondo è se la consulenza finanziaria è stata tutt’al più imprudente o se Baron e i due colleghi hanno agito con dolo. Il processo servirà ad appurarlo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Ivano Tolettini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1