CHIUDI
CHIUDI

24.08.2019

I commercianti: «Vandali in centro Subito un vertice»

La piazzetta della biblioteca, teatro  di frequenti vandalismi
La piazzetta della biblioteca, teatro di frequenti vandalismi

«Una situazione di degrado, quella di via Museo, che va risolta subito. Gli esercenti hanno ragione, bisogna fare qualcosa. Quella zona inoltre non è l’unica a subire le conseguenze del malcostume, ci sono anche altre aree sulle quali bisogna agire. Nei primi giorni della prossima settimana attiveremo un tavolo per trovare soluzioni immediate, come l’installazione di un faro nella piazzetta della biblioteca, poi ragioneremo insieme su quelle definitive». E’ un appoggio assoluto quello di Alberto Borriero, presidente dei commercianti bassanesi, nei confronti dei titolari di bar e negozi nella centralissima via dove ha sede la biblioteca; proprio nella piazzetta del centro culturale, dove trova spazio anche l’area esterna del “Jobs Cafè”, i vandalismi si sommano da mesi, per non dire anni. Gli ultimi risalgono solo ai giorni scorsi quando i gestori, rientrati momentaneamente dalle ferie per verificare che tutto fosse in ordine, hannotrovato parte dell’arredo completamente distrutto, immondizia e disordine. Avevano lasciato fuori i tavoli, raccogliendoli in un angolo, sperando che questo bastasse a fare capire che il “salotto” esterno non era a disposizione: li hanno ritrovati pesantemente danneggiati. Poi immondizie e sporcizia. In passato, oltre ai bisogni fisiologici sparsi, in piazzetta sono stati trovati pure assorbenti usati. Gli esercenti chiedono a gran voce soluzioni che potenzino la sicurezza della via e strumenti più efficaci per individuare gli autori degli atti vandalici. «La zona non è visibile dalla strada - spiega ancora Borriero - ed è molto buia. Controllarla non è facile. Il problema è che se non facciamo qualcosa subito, chi compie quei gesti sa che resterà impunito, allora inizierà a fare peggio, magari anche altrove. Prima che sia attivi questo vortice pericoloso per tutto l’ordine urbano, bisogna agire». Il piano c’è già. «All’inizio della settimana prossima organizzeremo un incontro con l’assessore Tamara Bizzotto e con il comandante dei vigili, per capire come intervenire con soluzioni immediate - precisa Borriero -. Tra pochi giorni poi scadono i tre mesi del Patto stipulato lo scorso 20 maggio con tutti i candidati sindaco, con i quali ci eravamo promessi di trovarci ogni tre mesi, sia per valutare l’operato dell’amministrazione, che per suggerire azioni per migliorare la città: quell’appuntamento sarà l’occasione per ragionare su soluzioni definitive sia per via Museo, che per altre aree dove gli episodi di degrado sono storia nota. Via Portici Lunghi, ad esempio, ha subito diversi casi di disordini, e a farne le spese sono stati i residenti. Crediamo che dare un segnale immediato sia fondamentale per risolvere questo tipo di problemi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1