Altopiano

Due gemelle consacrate suore laiche nello stesso giorno

Le gemelle Emma e Anna Lia Bernar di Camporovere di Roana
Le gemelle Emma e Anna Lia Bernar di Camporovere di Roana
Le gemelle Emma e Anna Lia Bernar di Camporovere di Roana
Le gemelle Emma e Anna Lia Bernar di Camporovere di Roana

Le gemelle Emma e Anna Lia Bernar di Camporovere di Roana, dopo una vita dedicata alla chiesa, saranno consacrate all'Ordo Virginum. Oggi alle 17 nel Duomo San Matteo di Asiago il vescovo di Padova mons. Claudio Cipolla celebrerà il rito con il quale le due sorelle di 58 anni entreranno ufficialmente nell'Ordine delle vergini.

L'esigenza primaria della verginità consacrata è quella di essere vissuta come amore sponsale al fine di rafforzare questa relazione affettiva a Cristo. «Un'amore che più sarà incisivo più sarà forte la presenza di Cristo nel mondo - spiega il vicario altopianese, don Roberto Bonomo -. Così come più la consacrata sarà consapevole della sua scelta, più sarà aperta a vivere con la stessa dedizione silenziosa quella di una madre che non si preoccupa di definire il proprio ruolo. Sarà quindi capace di donarsi con quella gratuità e generosità che fanno sentire che c'è un calore che capisce le sofferenze e consola le ferite più profonde».

È proprio attraverso la sofferenza del proprio parroco, don Rino Martello, che Emma e Anna Lia Bernar hanno scoperto questo loro percorso. «È stata l'esperienza condivisa con don Romeo Martello che, dopo il suo ritiro da parroco di Camporovere, nel suo ultimo anno di vita ha combattuto con la malattia - raccontano le sorelle -. L'abbiamo assistito nella quotidianità, giorno e notte, cercando di sostenerlo affinché potesse svolgere fino in fondo il suo ministero. E' stata questa condivisione di spirito e di sofferenza con lui che ha accresciuto la nostra fede, scoprendo il desiderio di partecipare appieno alla chiesa partecipando quotidianamente alla messa e alla liturgia delle ore con il fine di pregare per i bisogni della Chiesa». «Quando don Romeo è mancato - proseguono - abbiamo deciso di diventare ministri straordinari della comunione che somministriamo agli ammalati e, quando necessario, in parrocchia e ad Asiago. Poco dopo, grazie ad una sorella consacrata all'Ordo Virginum, abbiamo scoperto questa realtà ritrovandoci quelle regole di vita e di servizio che già vivevamo».

È così che le gemelle Bernar hanno intrapreso il cammino per la "verginità consacrata" quali spose di Cristo; restando però all'interno della società civile. Non indosseranno la tonaca né entreranno in convento. Vivranno normalmente, senza particolari regole di vita e mantenendo i propri lavori, impegni e passatempi. Dal vescovo Cipolla riceveranno solo il breviario e un anello nuziale in quanto spose di Gesù. Un cammino lungo quattro anni sotto la guida di padri e sorelle spirituali che Emma e Anna Lia concluderanno oggi nel Duomo di Asiago per poi ripartire con una nuova vita e un nuovo percorso. Sempre nel nome di Cristo.

L'Ordo Virginum è stato istituito nel 1973 fortemente voluto dal Concilio Vaticano II nell'ambito del rinnovamento ecclesiale. Attualmente sono 690 le donne spose di Cristo in Italia e con la consacrazione di Anna Lia e Emma Bernar nella diocesi patavina salgono a otto le appartenenti all'ordine. Altre due donne saranno poi consacrate a Padova, nella basilica di Santa Giustina il prossimo 7 ottobre. .

Gerardo Rigoni

Suggerimenti