CHIUDI
CHIUDI

07.04.2019

Bonin è pronto: «Vicino ai cittadini»

Mattia Bonin, al centro, con l’ex sindaco Silvia Pasinato e gli altri componenti della minoranza cassolese
Mattia Bonin, al centro, con l’ex sindaco Silvia Pasinato e gli altri componenti della minoranza cassolese

Vicinanza ai cittadini, condivisione delle scelte con la comunità, disponibilità: queste le peculiarità che animano Mattia Bonin, 33 anni, candidato sindaco per la lista "Fare per Cassola" in vista delle elezioni comunali del 26 maggio. Residente a Cassola, laureato in ingegneria biomedica, attualmente dipendente di un'azienda che produce dispositivi sanitari per pazienti diabetici del Triveneto. È stato socio di una cooperativa di produzione e lavoro "Sophia". Appassionato di politica nel 2014 s'era candidato come consigliere nella lista "Silvia per te - Cassola per il futuro" e alla fine di marzo è stato scelto come candidato sindaco da "Fare per Cassola". Attorniato dai consiglieri di minoranza dell'attuale Amministrazione, è stato presentato ieri mattina nel corso di un incontro che si è svolto all'Hotel Glamour. Introdotto dall'ex sindaco Silvia Pasinato, Bonin ha illustrato il programma, basato sulla concretezza, vale a dire sulle opere da realizzare, e sulle problematiche sociali. Mentre i nomi della lista che comporrà di "Fare per Cassola" non sono ancora stati resi noti, il candidato ha affermato: «Dovremo dare risposte alle necessità dei cittadini. Il nostro gruppo sarà composto da consiglieri che garantiranno un mix di esperienza e freschezza, è animato dalla volontà di dare risposte concrete e rapide alla comunità e ai fabbisogni del territorio. Il bene di Cassola è l'obiettivo comune e di questo sono orgoglioso». «È necessario - ha aggiunto - operare nella cultura, valorizzando le tante potenzialità inespresse dei nostri talenti, e nel sociale. Per quest'ultimo settore sappiamo che l'attuale amministrazione attuale ha alzato un muro di fronte a molti che hanno chiesto un aiuto. Dovrà essere riorganizzata l'attività dei servizi sociali, così come quella di tutti gli altri dipendenti del comune. Sarà da ridare fiato anche alla cooperativa "Cassola Solidale". Abbiamo un centro di aggregazione giovanile ancora inespresso. Per quanto riguarda lo sport c'è la necessità di una piscina: le richieste in questo senso sono tante. Sarà imprescindibile la presenza e quella di miei collaboratori - conclude -: metterò a disposizione un numero telefonico». Come consigliere comunale di minoranza ed ex sindaco, Silvia Pasinato ha affermato: «In lista ci saranno persone con idee politiche diverse, ma che si riconoscono negli stessi valori. Come minoranza sentiamo il bisogno di un cambiamento perché con l'attuale governo il Comune è rimasto bloccato. Sono mancati visione, equilibrio, buon senso, basti guardare alla pista ciclabile di via Grande realizzata con un milione e 200 mila euro sul lato ovest, creando problemi per la sicurezza: uno scempio. In pratica la giunta in carica ha agito solo per fare il contrario di quello che aveva deciso l'Amministrazione precedente». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lucio Zonta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1