CHIUDI
CHIUDI

08.11.2019

Basta scala mobile Un ascensore tra Prato e centro

Da Prato S. Caterina a viale dei Martiri. Ora si parla di ascensore
Da Prato S. Caterina a viale dei Martiri. Ora si parla di ascensore

Non più una scala mobile ma un ascensore per salire da prato S. Caterina a viale dei Martiri. Il progetto, al quale l’Amministrazione comunale sarebbe già al lavoro, è emerso all’incontro in municipio tra i vertici della giunta comunale e i presidenti di quartiere e ha subito acceso il dibattito. È una scelta, quella dell’ascensore, sulla quale il sindaco Elena Pavan e i suoi assessori si sarebbero orientati soprattutto per ragioni di sicurezza. Una scala mobile lunga decine di metri non garantirebbe, infatti, la necessaria incolumità agli utenti. Lo stesso accadrebbe con un tapis roulant, con il rischio che il ghiaccio d’inverno o anche una semplice pioggia lo rendano potenzialmente più pericoloso di una scala mobile. Da qui la decisione di orientarsi su un ascensore: più sicuro, più semplice da utilizzare, meno esposto all’usura degli agenti atmosferici e utilizzabile, in caso di necessità, anche come montacarichi. Resterebbero invariati, rispetto all’ipotesi iniziale della scala mobile avanzata già dalla Giunta Poletto, l’investimento iniziale di alcune centinaia di migliaia di euro e i tempi di realizzazione, calcolabili in un paio d’anni. Resterà da convincere anche la Soprintendenza, che ha già dato indicazioni in merito al rispetto della veduta del centro che si osserva da S. Caterina, ma a quanto riferiscono i presidenti di quartiere, sembra si tratti di un passaggio superabile senza difficoltà. Ascensori esterni a cremagliera, in grado di trasportare anche decine di persone per volta, funzionano già in diverse località sciistiche delle Dolomiti, tra tutte la Val Badia e la vicina Val Gardena. In ogni caso, quanto annunciato alla riunione dei presidenti dei quartieri conferma le dichiarazioni di poche settimane del vicesindaco Roberto Marin. Quest’ultimo, illustrando il piano triennale degli investimenti, aveva indicato tra le prime opere da mettere in esecuzione la scala mobile di viale dei Martiri, con tanto di scadenze e impegno di spesa. Non sarà più una scala, sarà un ascensore, ma l’idea di legare il parcheggio al centro storico resta. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lorenzo Parolin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1