Via al progetto

Bassano città accessibile: eliminate tutte le barriere dalla stazione al centro

Via Chilesotti collega la stazione a viale delle Fosse
Via Chilesotti collega la stazione a viale delle Fosse
Via Chilesotti collega la stazione a viale delle Fosse
Via Chilesotti collega la stazione a viale delle Fosse

Barriere architettoniche, il Comune è pronto a eliminarle tra le vie Chilesotti e Jacopo Da Ponte. Questo, grazie a un intervento dedicato in particolare alle persone non vedenti e ipovedenti programmato lungo il tragitto che unisce la stazione ferroviaria al centro storico, passando su viale delle Fosse. «Si tratta di un investimento per 80mila euro complessivi – commenta il sindaco Elena Pavan – che permetterà di realizzare il primo stralcio di un progetto più ampio al quale teniamo molto». Un progetto che integra il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) già sviluppato dal Comune e concepito per portare alla completa accessibilità del centro da parte di persone con disabilità motorie, visive o uditive.
«Nel lavoro è stata coinvolta l’intera Giunta – prosegue il sindaco – e riteniamo di aver raggiunto, insieme ai nostri tecnici, un buon equilibrio tra la funzionalità delle installazioni che saranno collocate lungo il percorso e il rispetto dei canoni storici ed estetici richiesti per il centro città. Tempo qualche settimana e si vedranno i frutti dell’operazione».
Lungo via Chilesotti è prevista l’installazione di corsie in materiale sintetico (nello specifico polivinilcloruro) di colore contrastante con il grigio-nero dell’asfalto. Accanto a questo intervento, il progetto prevede la realizzazione di parapetti di sicurezza in corrispondenza delle scale di collegamento tra i marciapiedi e le aree verdi che corrono su entrambi i lati della strada. Uguali corsie saranno realizzate in viale delle Fosse, dall’intersezione con via Chilesotti a via Da Ponte, sul lato pedonale a est dell’arteria stradale e sulle relative intersezioni. Infine, nella prima parte di via Da Ponte, arrivando dalla stazione, è prevista la realizzazione di speciali corsie pedonali simili alla pavimentazione esistente, ma dalle caratteristiche cromatiche e tattili che ne permetteranno l’individuazione da parte di persone ipovedenti.
«Nel progetto - ancora il sindaco - sono già previsti anche gli interventi successivi che renderanno possibile l’attraversamento dell’intero centro storico. Non dimentichiamo, inoltre, che la presenza di un percorso segnalato garantirà una migliore sicurezza per tutti».
Quanto a tecnologie e materiali utilizzati, il Comune ha puntato sull’innovazione, in particolare relativamente ai sistemi di segnalazione. Questi ultimi, infatti, potranno essere programmati in modo da fornire via auricolare agli utenti una gamma ampia di informazioni, dalla posizione occupata, alle condizioni dell’ambiente circostante, alla presenza di uffici o strutture di pubblico interesse, come anche di esercizi commerciali. «Il percorso così realizzato – chiude il sindaco - permetterà non solo di superare le barriere, ma anche, grazie a software specifici, di fornire indicazioni su servizi e iniziative in corso, con particolare riferimento a socializzazione e cultura».
Il programma di eliminazione delle barriere prevede anche la riqualificazione delle fermate degli autobus che saranno dotate a breve di targhe per persone ipovedenti. Ancora, è in programma l’installazione di parapetti e corrimano lungo le scale dei giardini che fiancheggiano via Chilesotti e collegano la stessa via al parcheggio “Le Piazze”, oltre all’installazione di protezioni per il passaggio pedonale con particolare riferimento alla zona che fiancheggia la ferrovia. A completare questo primo stralcio, infine, è previsto anche l’adeguamento di alcune rampe in entrata e uscita dalla stazione. 

 

Lorenzo Parolin