CHIUDI
CHIUDI

06.04.2019

Il Verena si imbianca Riaprono gli impianti

Impianti aperti sul Verena
Impianti aperti sul Verena

I due giorni di vento e pioggia hanno procurato un grande lavoro ai vigili del fuoco di Asiago sull’Altopiano. In alta quota è caduta anche parecchia neve, tanto che gli impianti sciistici in questo ultimo scorcio di stagione hanno riaperto. Tra la serata di giovedì e la giornata di ieri, infatti, i pompieri sono stati chiamati ad intervenire più volte soprattutto per piante cadute in mezzo alla strada o comunque pericolanti a causa delle avverse condizioni meteo, che hanno destato non poca preoccupazione tra la popolazione. Fortunatamente non è successo nulla di grave: quattro in tutto gli interventi effettuati dai pompieri in momenti diversi, sotto la pioggia battente e mentre soffiava un vento sostenuto. La situazione più critica sembra essere quella verificatasi in Via Belvedere a Gallio. Giovedì sera, intorno alle 20, un albero, situato nel prato di una proprietà privata, è caduto sulla strada travolgendo anche i fili dell’elettricità e provocando un black out, durato alcune ore, che ha interessato la stessa via Belvedere, oltre a via Caldiere e alle altre vie attigue. Oltre ai vigili del fuoco, per il ripristino della corrente sono dovuti intervenire anche tre tecnici di E-Distribuzione provenienti dalla zona di Thiene-Schio, che hanno operato in sinergia con i colleghi dell’Altopiano, riportando tutto alla normalità in breve tempo. Ancora a Gallio, un’altra pianta sulla strada è caduta in via Roma, arteria principale del paese. Un albero è caduto anche ieri mattina nella zona di Fontanella ad Asiago, lungo la strada che conduce all’Osservatorio astrofisico di Cima Eckar, ostruendo la carreggiata. Un analogo intervento è stato effettuato poi a Canove di Roana in via Fondi, sempre per una pianta caduta in mezzo alla strada. Proprio ome annunciato dalle previsioni meteo, sulle cime più alte dell’Altopiano, fino a circa 1600 metri di quota, grazie al brusco calo delle temperature, è arrivata anche la neve. Al comprensorio sciistico del Verena, dove domenica scorsa si era stati costretti ad annullare la gara di sci d’epoca, appuntamento che ormai tradizionalmente chiude la stagione invernale, in questo weekend ci si trova invece nelle condizioni di poter riaprire gli impianti. Il manto nevoso a quota 2000 arriva addirittura intorno al metro d’altezza, tra i 50 e i 60 centimetri invece a quota 1700 del Rifugio Verenetta, alla partenza delle seggiovie. Si potrà sciare sulla pista del camposcuola e su quella centrale, fino alle 14. Il maltempo è cessato dal primo pomeriggio di ieri. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefania Longhini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Oltre al turismo quale potrebbe essere la chiave per lo sviluppo dell’Altopiano?
ok