CHIUDI
CHIUDI

02.04.2019

Consumo del suolo Ecco le “varianti verdi”

L’Amministrazione comunale di Gallio annuncia ai cittadini la possibilità di richiedere la riclassificazione di aree edificabili ad aree non edificabili secondo la legge regionale 4/2015. Le richieste per le cosiddette “varianti verdi” possono essere consegnate all’ufficio protocollo dagli aventi i titoli che vi abbiano interesse, motivando la domanda di riclassificazione di aree edificabili e quindi privarle della potenzialità edificatoria loro riconosciuta dal Piano degli Interventi vigente, rendendole così di nuovo inedificabili. L’obiettivo del Comune è quello di contenere il consumo del suolo delle proprietà private. Le richieste dovranno essere sottoscritte da tutti gli aventi diritto e redatte in carta semplice, sul modulo appositamente predisposto scaricabile dal sito del Comune, riportando i dati identificativi del richiedente, con allegata copia del documento di identità, gli estremi catastali dei mappali dei quali si chiede la riclassificazione nonché l’estratto del Piano degli Interventi con evidenziata l’area interessata dalla richiesta di riclassificazione. L’Amministrazione valuterà le istanze e, qualora ritenesse le stesse coerenti con le finalità di limitare il consumo del suolo, le accoglierà con un’apposita variante allo strumento urbanistico comunale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.R.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Oltre al turismo quale potrebbe essere la chiave per lo sviluppo dell’Altopiano?
ok