CHIUDI
CHIUDI

18.01.2020

16 mila missioni per le ambulanze dei tre ospedali

Si rinnova il parco ambulanze dell’intera Ulss 7 Pedemontana
Si rinnova il parco ambulanze dell’intera Ulss 7 Pedemontana

Nuove ambulanze in arrivo per l’Ulss 7 Pedemontana: sono 11 i nuovi mezzi per le emergenze, oltre a un’auto medica, che da aprile andranno a implementare il parco macchine, sostituendo parte delle vetture già in uso negli ospedali dell’azienda sanitaria. La distribuzione verrà accordata a seconda delle necessità e porterà al graduale rinnovamento di tutta la dotazione. TECNOLOGIA. Tutti i nuovi mezzi hanno tecnologie all’avanguardia, con quattro ruote motrici, fondamentali soprattutto in montagna, motori di ultima generazione, sistemi evoluti di assistenza alla guida e sospensioni modificate per aumentare il comfort del paziente e del personale di servizio. Non mancheranno evoluti impianti di climatizzazione, igienizzazione e areazione per ricreare gli standard di una sala di emergenza intraospedaliera. NUMERI. Questa importante fornitura consentirà di supportare al meglio un servizio che anche nell’area Pedemontana registra ritmi e volumi di attività imponenti. Più in dettaglio, il Suem del pronto soccorso del San Bassiano lo scorso anno ha registrato circa 3.100 uscite di soccorso per codici critici (rosso e giallo), quello di Asiago circa 600, mentre Santorso circa 3.500. In totale nel 2019 la Centrale operativa del 118 provinciale ha coordinato quasi 42.000 missioni, di queste nel territorio delle Pedemontana ne sono state gestite quasi 7500 da Santorso, oltre 7.200 da Bassano, oltre 1200 da Asiago e circa 80 da Enego. SITUAZIONE. A Bassano oggi ci sono due ambulanze fisse h24, più una con reperibilità di notte e festiva, e un’altra nella fascia oraria mattutina dei giorni feriali con equipaggio formato da operatore socio-sanitario e autista, per i codici non critici; ad Asiago ci sono un’ambulanza h24 più un’altra con equipaggio reperibile, anche questo h24, oltre all’ambulanza con equipaggio reperibile h24 dislocata a Enego. Nel Distretto 2, invece, la dotazione di mezzi vede la presenza fissa presso l’ospedale di Santorso di 2 ambulanze h24, supportate da una terza ambulanza in caso di necessità; a queste, in estate si aggiunge un’ambulanza della Croce Rossa di Schio e Thiene di stanza ad Arsiero e Valli del Pasubio. DOTAZIONI. «Soprattutto nel caso delle ambulanze di soccorso avanzato, ovvero quelle di proprietà dell’azienda socio-sanitaria - specifica la dirigenza dell’Ulss 7 - si tratta di mezzi altamente specializzati, con una serie di apparecchiature e strumenti per far fronte alle più diverse situazioni di emergenza. L’elenco delle dotazioni di bordo comprende un impianto fisso di distribuzione dell’ossigeno con almeno 2 bombole da 7 litri e un’altra portatile; set per l’assistenza respiratoria avanzata e l’intubazione e per l’immobilizzazione di colonna vertebrale e arti, kit per ustioni, monitor con rilevazione dei parametri vitali e teletrasmissione, defibrillatore, massaggiatore cardiaco esterno automatico, ventilatore polmonare, dpi con rilevatore di monossido di carbonio». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1