CHIUDI
CHIUDI

13.04.2019

Tumori urologici Telecamera 3D per gli interventi

Le autorità alla consegna della nuova telecamera 3D per operazioni in laparoscopia.  FOTO TROGUL’esterno del Cazzavillan.  TROGU
Le autorità alla consegna della nuova telecamera 3D per operazioni in laparoscopia. FOTO TROGUL’esterno del Cazzavillan. TROGU

Una strumentazione di ultima generazione, telecamera tridimensionale di 30 gradi, al reparto di urologia dell’ospedale Cazzavillan di Arzignano. È stata donata dal Gruppo Mastrotto, in collaborazione con l’associazione “Amici del Cuore”, di cui è presidente Antonio Fracasso, con promotore e coordinatore dell’iniziativa Giuseppe Tolio, e consegnata idealmente, con l’assegno da oltre 26 mila euro, al direttore dell’unità operativa complessa Alessandro Ruffato. Cerimonia alla presenza del direttore generale dell’Ulss 8 Berica Giovanni Pavesi, delle autorità, tra cui il vicesindaco Alessia Bevilacqua, e soprattutto del mondo imprenditoriale, in primis Santo e Renata Mastrotto. Una donazione per gli interventi chirurgici in laparoscopia che potenzia la strumentazione di un reparto d'eccellenza. Nel 2018 sono stati oltre 800 gli interventi eseguiti, + 114 rispetto al 2017, e anche i ricoveri, che lo scorso anno erano 650, hanno registrato un incremento di un centinaio dal 2017. «La maggior parte degli interventi è eseguita in laparoscopia - ha precisato Ruffato - e dal 2015, dal mio arrivo, la laparoscopia è diventata attività chirurgica di base, di routine. La nuova telecamera tridimensionale di 30 gradi che ci è stata donata, rispetto alla precedente, utilizzata con il braccio robotico snodabile, permette una visione obliqua, più ampia, importante negli interventi tumorali, soprattutto al rene che ha una struttura vascolare complessa, e consente di operare in modo ancora più preciso ed efficace. E con maggiore sicurezza. Nel 2018 abbiamo incrementato l’attività chirurgica e i ricoveri, ma anche produttività e mobilità attiva. Questa telecamera innovativa era in pratica l’ultimo pezzo che mancava alla struttura laparoscopica». «Siamo da sempre attenti verso il territorio a 360° - hanno spiegato Santo e Renata Mastrotto del Gruppo Mastrotto -. A Natale abbiamo deciso di rinunciare a regali e omaggi per fare qualcosa per la comunità. Se siamo diventati grandi il merito è di tutta la vallata e ci sentiamo in dovere di dare una mano. Al nostro progetto abbiamo sensibilizzato gli interlocutori economici del mondo Mastrotto che hanno aderito con entusiasmo contribuendo insieme a noi alla donazione». «L’Ovest Vicentino è un’area attenta ai temi della sanità e dei servizi – ha detto il dg Pavesi – con una straordinaria capacità imprenditoriale trasferita alla pubblica amministrazione. In Regione per le schede ospedaliere ho sottolineato come all’Ulss 8 sia cresciuta l’attività all’ospedale di Vicenza ma anche ad Arzignano e Valdagno. Non c’è una politica di accentramento, nell’ottica di un’azienda che vuole crescere non solo a Vicenza. Un ringraziamento agli imprenditori, al Gruppo Mastrotto, agli Amici del Cuore». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1