Arzignano

Sushi "indigesto"
Due cause
contro il locale

Il condominio di via Sega e l’ingresso di “I Sushi” al piano terra
Il condominio di via Sega e l’ingresso di “I Sushi” al piano terra
Il condominio di via Sega e l’ingresso di “I Sushi” al piano terra
Il condominio di via Sega e l’ingresso di “I Sushi” al piano terra

ARZIGNANO. Un condominio in guerra contro il sushi. Succede ad Arzignano, in via Sega, dove gli inquilini di una palazzina stanno conducendo una battaglia fatta di esposti e cause civili nei confronti di una ditta di ristorazione gestita da Zhang Haifen che si è insediata nel piano terra dell'immobile. Secondo l'accusa la vita del condominio sarebbe resa impossibile dagli odori e dai rumori emessi dall'attività, confermati per altro dalle indagini ambientali fatte dall'Arpav dell'Ulss 5. Nonostante i rilievi e le prescrizioni, tuttavia, nulla sarebbe cambiato nella palazzina, tanto che i residenti hanno deciso di rivolgersi agli avvocati. La ditta di ristorazione nel frattempo ha presentato al Comune un piano di mitigazione dell'impatto sonoro e odorifero, ora all'esame degli uffici comunali e dell'Ulss. Il locale per adesso ha ottenuto una proroga per continuare l'attività, ma l'amministrazione comunale avverte: «Non ne concederemo all'infinito, i disagi devono cessare». Il legale di Haifen ribatte: «I problemi verranno risolti. Non ci siamo mai  sottratti e sistemeremo tutto».