CHIUDI
CHIUDI

28.08.2019

San Bortolo, cantiere anti-allagamenti

Mezzi al lavoro in via Valle per la pista ciclopedonale e la rete fognaria. FOTO TROGU
Mezzi al lavoro in via Valle per la pista ciclopedonale e la rete fognaria. FOTO TROGU

Entrano nel vivo i lavori per la realizzazione dei nuovi tratti di pista ciclo-pedonale, marciapiede e rete fognaria del quartiere San Bortolo di Arzignano. Si tratta di due importanti interventi in via Valle, lungo la provinciale Valchiampo, nel centro di Arzignano, che verranno entrambi realizzati da Acque del Chiampo anche per conto del Comune, e che sono stati concentrati in un unico cantiere per diminuire il disagio alla viabilità, che a partire da oggi verrà modificata in diversi punti. «Per San Bortolo passa una delle principali strade che portano ad Arzignano, per cui abbiamo cercato il più possibile di stringere i tempi e di ridurre gli effetti del cantiere sulla viabilità - spiega l’assessore ai lavori pubblici, Riccardo Masiero –. Le modifiche alla viabilità sono il frutto di una condivisione di programma concertata tra Comune, polizia locale, direttore dei lavori e Acque del Chiampo, con l’unico obiettivo di ridurre al minimo i disagi e di consegnare presto alla città nuovi servizi, oltre che una pista ciclabile e un nuovo marciapiede». Più in dettaglio, il cantiere, partito da qualche settimana, il cui costo complessivo si aggira su poco più di 900 mila euro e che fa parte di una più corposa serie di interventi previsti in paese per complessivi 5 milioni di euro, prevede la costruzione di un tratto di 800 metri di pista ciclo-pedonale e di marciapiedi per migliorare la viabilità tra la frazione e il centro cittadino. Nello stesso tempo, Acque del Chiampo, che realizza la ciclabile per conto del Comune, penserà a risolvere le criticità idrauliche che hanno comportato diversi allagamenti negli ultimi tempi, con la posa di condotte per separare la rete meteorica da quella urbana, accrescendo la capacità del sistema. Per perseguire questi obiettivi, è previsto l’adeguamento della viabilità al cantiere fino a mercoledì 11 settembre, giorno in cui è prevista, fra l’altro, la riapertura delle scuole. «Stiamo già valutando, a stretto contatto con la polizia locale e la direzione lavori, la possibilità di adottare una eventuale nuova viabilità alternativa rispetto all’attuale, dopo la riapertura delle scuole – precisa l’assessore Masiero –. Ma potrebbe anche non essere del tutto necessaria, perché, al di là delle conseguenze del viavai di genitori e studenti da e per le scuole sulle strade, il cantiere procede per gradi, per cui il suo avanzamento, che è tenuto monitorato passo a passo, in tempo reale, prevede restino chiusi soltanto i tratti in cui è strettamente necessario e che vengano subito riaperti alla normale circolazione quelli non più interessati. Questo dovrebbe essere sufficiente per garantire che i disagi non aumentino». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Guarda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1