Arzignano

Omicidio nella notte: 37enne pestato a morte. Fermate due persone

Arzignano, omicidio in via Alberti

Aggiornamento ore 18. Due uomini sono stati sopposti a fermo perché gravemente indiziati dell’omicidio del 37enne indiano morto la notte scorsa all’ospedale di Arzignano. Lo si apprende da fonti vicine all’indagine. Sono due connazionali della vittima. Tutti e tre sarebbero stati in forte stato di alterazione psicofisica, dovuto all’alcol, al momento dei fatti. I due fermati comparirebbero con il 37enne nelle immagini delle telecamere di sicurezza dell’azienda, nei momenti precedenti l’aggressione. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

 

Ore 12. Una brutale aggressione nella notte ad Arzignano è sfociata in omicidio. A perdere la vita un 37enne di origini indiane, senza fissa dimora. L'uomo è stato picchiato forse al culmine di una lite provocata dai fumi dell'alcol ed è stato trovato riverso sul piazzale di un'azienda, tra via Alberti e via Santo. È stato un passante ad accorgersi dell’uomo a terra, nel sangue, e ad allertare i soccorsi. Ricoverato in ospedale, il 37enne è deceduto poche ore dopo per la gravità delle ferite riportate. Ad Arzignano sono accorsi i carabinieri e il pm di turno. Sono subito iniziate le indagini per identificare l'omicida e per ricostruire la vicenda. Al momento due persone sono state portate in caserma e la loro posizione è al vaglio degli inquirenti.

 

Arzignano, il luogo dell'omicidio (GONZATO)

 

L'uomo viveva in un alloggio di fortuna, un furgone, con un altre persone. Non presentava ferite di arma da taglio. Tra le ipotesi al vaglio dei carabinieri c’è appunto quella di un’aggressione, da parte di uno o più soggetti. Questa però non sarebbe l’unica pista in campo. Quasi certo invece che il 37enne fosse ubriaco quando è stato colpito. Determinante sarà l’analisi da parte degli investigatori delle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nel perimetro dell’azienda che si affaccia sul piazzale dove è stata ritrovata la vittima.