CHIUDI
CHIUDI

01.12.2019

Opere da 315 mila euro estinguendo 14 mutui

Uno scorcio dell’assemblea consiliare del Comune di Zermeghedo.  M.G.
Uno scorcio dell’assemblea consiliare del Comune di Zermeghedo. M.G.

Il Comune di Zermeghedo estingue metà dei suoi mutui, e lo fa in anticipo, liberando risorse da impiegare in opere pubbliche e servizi. Sono 14 su 24 i muti chiusi con conseguente risparmio per le casse comunali nei prossimi sei anni di circa 315 mila euro, tra quote di capitali e quote di interessi, che potranno così essere utilizzate per lavori e servizi in paese. È il risultato della scelta strategica intrapresa dal Comune alla luce di un avanzo di amministrazione di circa 560 mila euro, ottenuto dal bilancio consuntivo 2018. «Di quell’avanzo abbiamo scelto di impiegare 278 mila euro per l’estinzione anticipata di 14 mutui che pesavano sulle casse comunali - spiega il sindaco, Luca Albiero -. Un risultato eccezionale, se pensiamo che dall’inizio del nostro mandato abbiamo finanziato opere per 850 mila euro senza accendere nemmeno un mutuo e che ciò non ci ha comunque impedito di migliorare di anno in anno il rapporto tra residui attivi e passivi. È la prova che il nostro Comune può definirsi a pieno titolo virtuoso, grazie ad un’oculata gestione delle risorse, come dimostrano anche i pagamenti ai fornitori entro 30 giorni dai servizi ottenuti». L’indennizzo per l’estinzione anticipata, conferma ancora Albiero, «è stato comunque inferiore di quasi 16 mila euro alla somma degli interessi che avremmo pagato alla scadenza naturale dei mutui. L’operazione è stata vantaggiosa sotto tutti i punti di vista». Il Comune ha già pianificato come utilizzare il tesoretto da 315 mila euro. «Per un piccolo Comune è una somma molto importante - spiega -. Permetterà di intensificare le manutenzioni ordinarie e straordinarie e attivare nuovi servizi come l’aumento della frequenza degli spazzamenti delle strade e degli sfalci del verde, l’istituzione delle borse di studio per i nostri studenti più meritevoli e la destinazione di maggiori risorse per eventi culturali e per la nuova biblioteca in fase di realizzazione nell’ex scuola elementare». L’operazione finanziaria è passata al vaglio del consiglio comunale dell’altra sera, che l’ha approvata all’unanimità. «Ringrazio anche la minoranza per aver capito l’importanza di questo provvedimento - conclude il sindaco -, che va a beneficio dell’intera popolazione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1