CHIUDI
CHIUDI

07.03.2019

«Chiusa 8 mesi prima la cassa integrazione»

Uno scorcio dell’esterno dell’azienda Smit Finishing.  FOTO ARCHIVIO
Uno scorcio dell’esterno dell’azienda Smit Finishing. FOTO ARCHIVIO

Chiusa la cassa integrazione straordinaria che ha coinvolto il personale della Smit Finishing Spa di Montorso. Addirittura con otto mesi di anticipo rispetto al previsto. L’accordo è stato raggiunto a Venezia nella sede delle direzione lavoro della Regione dove è stato affrontato l’esame congiunto con le parti sociali per la chiusura della vertenza. La società per azioni produce e commercia prodotti chimici per le concerie. L’incontro si è svolto alla presenza di Paola Fusetti e di Anna Mandich, in qualità di funzionarie della direzione regionale de lavoro, di Massimo Zordan della Uiltec Uil di Vicenza affiancato dalla Rsu con Roberto Fracasso in rappresentanza dei lavoratori. «Lo stato di crisi - spiega Zordan - è stato dichiarato nell’ottobre scorso dalla direzione della Smit Finishing Spa, rappresentata dall’ingegnere Cesar Knebel e coadiuvato da Francesco Geria in qualità di consulente del lavoro, annunciando un piano di ristrutturazione con intervento della cassa integrazione guadagni straordinaria coinvolgendo circa il 40 per cento delle maestranze e annunciando, al termine del percorso di riorganizzazione, la possibile risoluzione di rapporti di lavoro con alcune figure professionali. La cassa integrazione straordinaria è stata così attivata lo scorso 1 novembre per la durata di 12 mesi, coinvolgendo sino a 33 dipendenti con sospensione a zero ore». L’azienda, così come confermato da Zordan, «ha attuato immediatamente il piano di rilancio riuscendo così a coinvolgere pochi lavoratori nella sospensione. Nel mentre diversi lavoratori si sono ricollocati volontariamente in altre aziende del settore nel distretto della concia di Arzignano». La Smit Finishing, pertanto, come conferma Zordan, «vista l’efficace riorganizzazione interna ha dichiarato conclusa la ristrutturazione aziendale con quasi otto mesi di anticipo permettendo così un notevole risparmio sia delle risorse economiche pubbliche, visto che è stato ridotto l’utilizzo della Cigs e della Naspi, sia permettendo a molti lavoratori di mantenere il proprio posto di lavoro». È previsto che le novità e le modalità di applicazione siano presentata in un’assemblea dei lavoratori dell’azienda. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1