CHIUDI
CHIUDI

28.03.2019

La StrArzignano corre per aiutare i bambini autistici

Un momento della presentazione della manifestazione StrArzignano in municipio con le autorità.  NICOLI
Un momento della presentazione della manifestazione StrArzignano in municipio con le autorità. NICOLI

Percorsi diversi tra gara e camminata a passo libero e solidarietà destinata al progetto “OutisParti” per bambini con autismo o difficoltà relazionali. È tutto pronto per la sesta edizione della “StrArzignano”, domenica 7 aprile, preceduta sabato 6 dalla “StraKids”, organizzata dall’Atletica Arzignano con il Comune. Lo scorso anno 534 iscritti alla competizione, con percorso di 10 km, e circa 4 mila alla passeggiata in città, di 3 o di 10 km. Tracciati stavolta slegati per l’80% «anche per ridurre il più possibile i disagi alla cittadinanza con la chiusura strade», precisa il vicecomandante della polizia locale Antonio Berto. Si parte domenica 7 alle 10 da piazza Libertà. Il percorso agonistico, «con gara omologata Fidal per la prima volta - precisa Christian Belloni, presidente dell’Atletica Arzignano - si snoda su via Vicenza, andata e ritorno, per salire verso il quartiere Main, rientrare in provinciale Valchiampo sulla ciclabile e arrivare in piazza. Percorso del circuito Vicentia Running. La non competitiva invece ha un tracciato breve verso il quartiere Mantovano e ritorno; percorso di 10 km invece dal Mantovano verso Castello, dove ci sarà un punto di ristoro, e rientro da Costo, via Palladio e ciclabile di via Vicenza». «Sette complessi musicali, in piazza i clown di Arzivip e il pasta party. Coinvolte le scuole della Valchiampo», aggiunge Michele Bruttomesso dell’Atletica Arzignano. Oltre 125 le persone impegnate: polizia locale, Ancr, protezione civile Valchiampo, volontari dell’Atletica Arzignano, Marciatori Ortigara, Pro loco, Cai, Gruppo Castello, “Voci del Sese” e Sogit. In funzione il Centro operativo comunale. «Grande aiuto del volontariato», spiega Valeria Dal Lago, consigliere comunale delegato allo sport. «Una festa soprattutto per le famiglie», aggiunge il sindaco Giorgio Gentilin. «Oltre all’evento, c’è anche la solidarietà - ricorda il vicesindaco Alessia Bevilacqua -. Lo scorso anno 1.500 euro per la Casa famiglia Peter Pan». Quanto raccolto andrà a “OutisParti” dell’associazione “About”, presieduta da Emanuela Gridelli. Il progetto, partito a gennaio, si rivolge in particolare ai bambini. «L’obiettivo è farli uscire sul territorio per acquisire nuove abilità e autonomia nonché sensibilizzare le persone sulla disabilità e sull’autismo», spiegano Marta Carolo, Martina Boseggia e Monica Golin. L’aggancio con la StrArzignano è avvenuto grazie a Barbara Refosco di Cornedo, mamma di una bambina di 12 anni già seguita dall’associazione. «Le uscite dell’educatore però costano – concludono – e ogni contributo, come la StrArzignano, ci avvicina all’obiettivo di ridurre i costi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1