Zermeghedo

Tragedia sul lavoro, operaio di 48 anni muore mentre cerca di spegnere un incendio

Il materiale bruciato dal rogo nel piazzale dell'azienda
Il materiale bruciato dal rogo nel piazzale dell'azienda
Il materiale bruciato dal rogo nel piazzale dell'azienda
Il materiale bruciato dal rogo nel piazzale dell'azienda

Tragedia questa mattina, venerdì 12 agosto, alla Conceria Riviera in via Galilei, a Zermeghedo, dove ha perso la vita un operaio 48enne di Cornedo. Ancora tutte da accertare le cause del decesso. 

Secondo una prima ricostruzione, poco dopo le 9.30 c'è stato un incendio che ha interessato alcuni bancali di legno e altro materiale. L'uomo fino a qualche minuto prima dell'arrivo dei vigili del fuoco stava provando a spegnere il rogo con un altro operaio, che si trovava casualmente in azienda in quanto chiusa per ferie. Sentite le sirene, il compagno è andato incontro ai vigili del fuoco. Una volta entrati i pompieri hanno trovato il 48enne riverso a terra nel piazzale dell'azienda, privo di sensi.

Zermeghedo, il luogo dell'incidente mortale sul lavoro (Foto TROGU)
Zermeghedo, il luogo dell'incidente mortale sul lavoro (Foto TROGU)

L'uomo è stato subito messo in sicurezza e, in attesa dell'arrivo del Suem, sono iniziate le operazioni di rianimazione cardio polmonare anche con l'utilizzo di un defibrillatore. Nel frattempo un altro vigile del fuoco ha circoscritto e spento l'incendio. Il personale del 118 ha poi proseguito a lungo le operazioni di rianimazione, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare e il medico ha dovuto dichiarare la morte del 48enne.

Sul posto il personale dello Spisal, i carabinieri e il magistrato di turno. Le cause dell’incendio sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco presenti anche con il funzionario di guardia e il capo servizio.

Giorgio Zordan