Chiampo

In fiamme autobus carico di studenti: l'autista riesce a metterli tutti in salvo

Il bus divorato dalle fiamme, il video degli studenti

Aggiornamento ore 12. Corriera di linea Atv a fuoco, questa mattina verso le 8.15, al confine tra Chiampo e Vestenanova nel Veronese. Poco dopo le 8,30, i vigili del fuoco sono intervenuti in contrada Mistrorighi per l’incendio di un bus adibito a trasporto studenti, che stavano tornando dal territorio vicentino al comune veronese: nessuna persona è rimasta ferita.

Il mezzo con a bordo 15 passeggeri, per lo più giovani studenti, durante la corsa ha iniziato a produrre strani rumori. L’autista insospettito ha prontamente provveduto a fermare il mezzo in sicurezza, facendo scendere rapidamente tutti i passeggeri. Di li a poco sono divampate le fiamme che hanno distrutto il bus. A nulla è valso il tentativo di spegnere le fiamme con l'estintore in dotazione. Il pronto intervento dei carabinieri di Valdagno ha permesso di mettere in sicurezza la zona e i viaggiatori così da consentire un rapido intervento di spegnimento delle fiamme.

I vigili del fuoco arrivati da Arzignano con un'autopompa, l’autobotte e 5 operatori, hanno spento con la schiuma l’incendio oramai generalizzato del mezzo di trasporto. Sono ora in corso le operazioni di completo raffreddamento del mezzo e la rimozione dello stesso. Le cause dell’incendio di probabile natura elettromeccanica sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco.  

 

Ore 9.30. Corriera di linea a fuoco, questa mattina versole 8.15, al confine con Vestenanova nel Veronese. Le fiamme hanno avvolto e distrutto il mezzo che trasportava studenti. A causa di probabili problemi di tipo tecnico le fiamme hanno prima avvolto il motore e poi tutto il bus della Atv veronese. Pronto l’intervento dell’autista che ha messo in salvo i ragazzi. Intervenuti vigili del fuoco e carabinieri.

La strada, nel quartiere Mistrorighi, è ancora chiusa per consentire le operazioni di rimozione della corriera e di messa in sicurezza dell’area dove è avvenuto l’incendio.

 

 

Matteo Pieropan