CHIUDI
CHIUDI

25.06.2019

In 1.400 per ideare la mascotte dei big del calcio a cinque

Il sindaco Bevilacqua, gli organizzatori e gli studenti finalisti del concorso che ha dato vita a “Grifive”.  TROGU
Il sindaco Bevilacqua, gli organizzatori e gli studenti finalisti del concorso che ha dato vita a “Grifive”. TROGU

Il Real Arzignano Futsal ha la sua mascotte. Si chiama Grifive e ha le sembianze del grifone, che è il simbolo della città. L’ha spuntata su una concorrenza composta da personaggi ispirati a tori e leoni: una volta realizzata accompagnerà tutte le partite del Real Arzignano nelle partite del calcio a cinque. La mascotte è stata scelta tra circa 1.400 elaborati, tanti quanti sono stati gli alunni delle elementari e delle medie del Comprensivo 1 e del Comprensivo Parise che hanno partecipato al concorso che è stato lanciato tre mesi fa, oltre che dai due istituti scolastici, anche dalla società di calcio a 5 che milita in serie A1, dal Comune e da Hassel Comunicazione. Lunga e complessa, data la quantità di materiale pervenuto, è stata la scrematura degli elaborati per arrivare a selezionare, una decina, i disegni finalisti. Al termine delle valutazioni ha avuto la meglio la creazione di Kaltrina Miftari, mentre il nome scelto è stato quello pensato da Eleonora Tagliente. La cerimonia di premiazione si è svolta in due giornate, una per ogni Comprensivo, in maniera da accontentare le esigenze, anche logistiche, dei due istituti. Per il sindaco Alessia Bevilacqua è stata la prima uscita ufficiale con la fascia tricolore: «Ero presente quando è stato lanciato il progetto come vicesindaco e ora sono qui - ha detto nel corso della manifestazione - come primo cittadino: è bello vedere che quest’iniziativa si è concretizzata in poco tempo. Ringrazio i dirigenti Gigliola Tadiello e Pier Paolo Frigotto, tutti gli studenti che si sono messi in gioco e il Futsal Real Arzignano: il vicepresidente Mario Chiarello e la sua società ancora una volta si sono dimostrati sensibili all’aspetto sociale con questo progetto che riunisce la scuola, lo sport e l’ istruzione». Nella due giorni di festeggiamenti, una selezione di studenti dell’istituto “Zanella” e una dell’istituto “Motterle” si sono misurati in amichevole con i giocatori del Real Arzignano. La scelta del modello preso a riferimento per il confezionamento di Grifive ha avuto, tra i giudici, anche Ivan Bigarella, uno dei disegnatori di Geronimo Stilton che, per promuovere il concorso, ha trasformato, con la collaborazione di Gianluca Schenato, i giocatori Marcio Brancher, Fabrizio Amoroso e Carlo Houenou nei protagonisti del fumetto “Alla ricerca della mascotte”. «Non è stato scelto il disegno più bello – ha sottolineato il presidente onorario del Real Arzignano, Mirco Rossetti – ma quello che è stato giudicato più facilmente realizzabile». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1